Il Centrosinistra riconquista Roma usando le sue armi scorrette

roma centrosinistra

Introduzione

Il centrosinistra si è aggiudicato le ultime amministrative. Si conferma a Varese, dove non riesce il ribaltone alla Lega, che si vede sfilare anche Savona. E al ballottaggio la coalizione progressista vince a Roma, Torino, Latina, Caserta, Cosenza e Isernia, dopo averlo fatto al primo turno anche a Carbonia, Ravenna e Rimini, Bologna , Milano e Napoli.

Il centrodestra chiude queste elezioni con 4 capoluoghi, Trieste, Pordenone, Novara e Grosseto. Mentre a Salerno e a Benevento hanno vinto liste civiche, comunque vicine ai due Ras delle rispettive zone: Vincenzo De Luca e Clemente Mastella.

A spiccare è soprattutto, essendo la Capitale, la vittoria in quel di Roma. Che torna al centrosinistra dopo un bel po’ di anni, a parte la parentesi breve e infelice di Ignazio Marino.

Ma per aggiudicarsi questa vittoria, il centrosinistra ha usato le sue 3 armi più consone. Ecco quali.

Perché Gualtieri ha vinto a Roma

Come riporta RaiNews, il candidato del centrosinistra, già Ministro, Roberto Gualtieri vince con il 60,15% contro il candidato del centrodestra Enrico Michetti al 39,85%. Il centrosinistra si è aggiudicato pure 14 municipi su 15: perde solo a Tor Bella Monaca. Scomparso il Movimento 5 stelle, che nel 2016 vinse a valanga con la stessa Virginia Raggi che adesso non era arrivata neanche al ballottaggio. Un po’ quanto successo a Torino.

A pesare, sicuramente, anche la poca esposizione di Meloni e Salvini, così come anche altrove. I quali sembra non aver molto gradito e creduto nei candidati. Ma oltre a ciò il centrosinistra in queste settimane ha schierato la sua artiglieria pesante, ovvero:

Inchieste giudiziarie

Le inchieste ad orologeria hanno fatto il loro lavoro anche a questo giro. Si ricorderà il caso di Luca Morisi, spin doctor di Matteo Salvini. Il cui caso è esploso in prossimità del primo turno. Quelle analisi erano state rilevate ad agosto, eppure l’esito è stato reso noto solo 2 mesi dopo.

Morisi era diventato una sorta di Pablo Escobar nostrano, eppure ha commesso un veniale reato amministrativo che, a quanto pare, sarà anche archiviato. Ma ormai i danni alla Lega, accusata di incoerenza rispetto al tema della droga, sono stati fatti.

Inchieste giornalistiche

Non è mancata un’altra arma del centrosinistra: il giornalismo d’assalto, ma solo contro l’avversario. Ed ecco che è emersa una inchiesta giornalistica di FanPage contro un esponente importante di Fratelli d’Italia: una lobby nera in quel di Milano.

Per carità, ben vengano le inchieste giornalistiche, possibilmente però non a pochi giorni dalle elezioni. Perdono di credibilità ed oggettività.

Spauracchio neofascista

Non può mancare il solito pericolo neofascista. Una manifestazione contro il Green pass di migliaia di persone, è stata bollata per neofascista e liberticida per alcuni personaggi, tra l’altro noti ma liberi sempre di circolare, che hanno sfasciato la sede della CGIL.

E così, l’elezione si trasforma in un modo per limitare la pericolosa avanzata fascista. Che poi rientra puntualmente ad elezione finita. Il fascismo è stato sventato anche questa volta. Bisogna capire quale tipo di fascismo però. Perché quello al governo, senza opposizione, che fa ciò che gli dice il potere tecnico e finanziario, è un altro tipo di fascismo. Così come quello di chi dice di stare col popolo, ma poi pensa solo alla propria carriera e al proprio arricchimento.

Cinghiali

Aggiungiamoci infine i soliti cinghiali che gironzolano per la città a comando. Avete più visto foto o video che ritraggono cinghiali per Roma dopo il primo turno? Io no.

Conclusioni

Dunque, il centrosinistra torna a governare Roma. Se è vero che Rutelli e Veltroni sono passati alla storia come ottimi sindaci capitolini, in realtà hanno governato in un periodo nel quale i Comuni beneficiano di risorse molto più ampie. Eppure, i due non hanno mancato di sperperarli per discutibili opere culturali e non solo. Non risolvendo problemi strutturali. In primis quello dei rifiuti, quando si sapeva che la discarica di Malagrotta andava prima o poi chiusa.

Ironia della sorte, proprio una Mussolini ha fatto incetta di voti. La nipote Rachele, che ha riscattato il ruolo delle donne in politica, in contrasto con una sinistra che si riempie solo la bocca parlando di parità di diritti ma poi minimizza il numero delle donne candidate. Ne ho parlato qui.

7 Risposte a “Il Centrosinistra riconquista Roma usando le sue armi scorrette”

  1. Uno si chiede il guadagno materiale e spirituale che certa gente ottiene dallo scrivere certa merda.

    Quelle analisi erano state rilevate ad agosto, eppure l’esito è stato reso noto solo 2 mesi dopo.

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/10/08/luca-morisi-lindagine-per-cessione-di-droga-va-verso-larchiviazione-le-chat-sul-sito-di-incontri-dimostrano-che-a-portarla-fu-lescort/6347199/

    È quasi come se la giustizia in italia fosse lenta, e fino a fine settembre neanche lui stesso sapesse di essere indagato.

    Ma ormai i danni alla Lega, accusata di incoerenza rispetto al tema della droga, sono stati fatti.

    No, solo sul tema dei gay e giustizialismo.

    Perché a nessuno dopotutto importa della cocaina che uno si sniffa tra le proprie quattro mura.

    Per carità, ben vengano le inchieste giornalistiche, possibilmente però non a pochi giorni dalle elezioni.

    Possibilmente una che parla di frode nei finanziamenti per le elezioni, la riveli prima delle elezioni, dico io.

    Poi se casualmente fasci gonna fash, non è di sicuro il “centrosinistra” che se la chiama.

    per alcuni personaggi, tra l’altro noti ma liberi sempre di circolare

    Indovina indovinello chi sono i politici che para(va)no il loro culo bello.

    Che poi rientra puntualmente ad elezione finita.

    Eh sì, non si è votato anche in parlamento giusto sto giovedì. Nossignore.

    Bisogna capire quale tipo di fascismo però. Perché quello al governo, senza opposizione, che fa ciò che gli dice il potere tecnico e finanziario

    Strano che un tipo che pensa l’anti-mafia fa più danni della Mafia stessa, e che segue non ironicamente “liberali classici”, dica minchiate del genere.

  2. Roma 2041, il centro/poca sinistra vince a Roma dopo che il centrodestra candida un cinghiale.

    Candidato fortemente voluto da Giorgia Meloni visto l’alto numero di cinghiali residenti nel territorio romano, poco convinti gli alleati Renzi e Salvini jr.

    Quest’ultimo commenta a freddo che lui i cinghiali li preferisce nel ragù, o alla brace, in padella, oppure frullati, nel big mac, al cartoccio…

    Il centro/estrema destra è però compatto e concorde che a fargli perdere le elezioni sia stata la campagna mediatica di odio contro i cinghiali e le ordinanze anti-cinghiale.

    Il non morto Sallusti intervenendo da Giordano su rete 4 nel suo nuovo format “la merda in diretta” avalla le tesi dei leader del cdx e dice che “nonostante il candidato fosse un cinghiale il centro/poca sinistra non può dire che il che il candidato è un cinghiale”.

    da Roma è tutto a voi la linea…

    …ah dimenticavo il cinghiale ha perso perché è fascista non perché è un cinghiale.

  3. Certo che la sconfitta ti deve bruciare parecchio. Con metà della stampa esistente, più 4/5 televisioni in mano al capo del centrodestra mi parli di giornalismo d’assalto del centrosinistra? ma per piacere!!
    Conclusioni: per quale motivo non considerare un centrodestra incapace e confusionario. Dove hai mai visto un partito che sta al governo (FI), uno che sta all’opposizione (FdI) ma che sono alleati, un’altro che sta al governo quando gli conviene e all’opposizione quando non gli conviene (Lega) e che dicono tutto e il contrario di tutto. Non pensi che questo abbia indirizzato l’elettorato dalla parte opposta invece delle tue teorie?
    Saluti

    1. Sicuramente il centrodestra ha molti problemi, con Meloni e Salvini capaci solo di fare i leoni in tv o sui palchi. Ma ormai il potere televisivo berlusconiano che influenza è finito da tempo dato che ormai solo gli over 70 si informano esclusivamente con la tv.
      E’ anche vero, comunque, che il Pd ormai da un decennio si è trasformato nel ratificatore dell’Ue e il M5S fa solo la sua stampella.
      Comunque, spero che Roma si riprenda davvero e che non sia solo sfruttata da palazzinari e lobby varie.
      Saluti a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice