I Clinton e le troppe morti sospette di persone scomode

I Clinton e le troppe morti sospette di persone scomode

Introduzione

I Clinton mi hanno sempre ricordato i Kennedy. Sarà che entrambe le famiglie sono state ai vertici del Partito democratico americano. Incarnandone appieno l’ipocrisia e la vocazione radical chic. Di chi demonizza l’avversario politico facendolo passare per un pericolo per la collettività, ma avendo tanti scheletri nell’armadio.

J.F.K. aveva Marilyn Monroe (spingendola al suicidio), Bill Clinton Monica Lewinsky (per fortuna ancora viva, almeno per ora). Il primo dipinse Nixon un diavolo in Terra, come poi fece Hillary Clinton con Trump, ma poi le guerre le scatenano i primi. Potremmo continuare ancora, ma meglio fermarci.

Se però è vero che John Fitzgerald fu assassinato, i Clinton sono ancora fortunatamente vivi e vegeti. Ma di morti cominciano ad essercene troppi intorno ai secondi, tutte coincidenze che cominciano a diventare troppe e imbarazzanti. Tanti i personaggi vicino ai Clinton morti, con l’aggravante di essere scomodi per loro. L’ultimo caso è quello di Mark Middleton.

Mark Middleton e i Clinton

A ricostruire tutte queste coincidenze ci pensa Insider Over, che a sua volta attinge da varie fonti attendibili. Mark Middleton era colui che forse più di tutti ha contribuito a “cementare” la sua amicizia con Jeffrey Epstein. L’uomo che aveva messo su un autentico giro di pedofilia e scandali sessuali, morto suicida come vedremo a sua volta.

Middleton è morto all’età di 59 anni per un presunto suicidio il 7 maggio scorso. E’ stato trovato appeso ad un albero con il petto trapassato da un proiettile, e dopo un’indagine il suo decesso è stato classificato come suicidio. Si è prima sparato per poi appendersi da solo ad un cappio o ha preferito prima appendersi ad un albero e nel frattempo spararsi? Maddai…

Middleton avrebbe accolto il pedofilo Jeffrey Epstein alla Casa Bianca in almeno sette occasioni, con tanto di foto che ritraggono proprio Bill Clinton con Epstein, Ghislaine Maxwell e Middleton nel 1993 quando era Presidente e alla Casa bianca. Roba che ricorda il nostrano “Bunga bunga“.

La morte dell’ex consigliere di Clinton è stata annunciata in un post su Facebook – poi cancellato – e pubblicato dall’azienda di famiglia che produce condizionatori, la Middleton Heat & Air. Ma la famiglia sta cercando in tutti i modi di tutelarsi ed evitare la fuga di foto sul web.

Middleton è stato anche socio amministratore della MidCorp Capital, una società di investimento, e ha collaborato con varie Onlus vicine ai democratici. Quelle belle e carine che fanno tanta beneficenza. Ma poi nascondono un bel po’ di magagne sotto.

Bill Clinton e Jeffrey Epstein erano grandi amici e Mark Middleton fungeva da “sponsor” per quell’amicizia. Basta solo dire che i registri di volo ottenuti da Fox News dimostrano che Bill Clinton ha compiuto almeno 27 viaggi a bordo del Boeing 727 di Epstein. Soprannominato “Lolita Express”, dal 2001 al 2003.

I Clinton e quelle troppe morti sospette

Ecco tutte le altre morti sospette intorno ai Clinton.

Jeffrey Edward Epstein

Come riporta Wikipedia, Jeffrey Edward Epstein ha iniziato la sua vita professionale come insegnante, ma poi è passato al settore bancario e finanziario in vari ruoli, lavorando presso la Bear Stearns prima di fondare la propria azienda.

Il primo arrestato è arrivato nel 2005, dopo l’accusa di un genitore per abusi sessuali di Epstein sul figlio. Da lì diverse incriminazioni e arresti. E’ morto nella sua cella il 10 agosto 2019. Il medico legale ha stabilito che si è trattato di un suicidio, probabilmente soffocamento dato che fu trovato con lesioni sul collo. Ma i dubbi sono sempre stati molti.

James McDougal

Anch’egli morì in prigione, nel 1998. La sua morte fu definita dagli inquirenti un “duro colpo” alle indagini sullo scandalo immobiliare Whitewater, incentrato sugli sventurati investimenti immobiliari dell’omonima società di cui facevano parte i Clinton.

Peter W. Smith

Si tratta di un avvocato repubblicano che voleva indagare su Hillary Clinton, anch’egli morto in circostanze strane.

Seth Rich

Ventisettenne lavorava nello staff del Comitato nazionale democratico. Venne trovato morto con un colpo alla schiena. Avrebbe avuto a che fare con lo scandalo WikiLeaks, e le e-mail scomode trafugate all’ex Segretario di stato. Non a caso, si teme anche per la vita di Julian Assange, fondatore di quest’ultimo ed estradato in America

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Una risposta a “I Clinton e le troppe morti sospette di persone scomode”

  1. Ciao Luca

    giustamente fai riferimento a Clinton e ai Kennedy , ma non dici degli omicidi ordinati da Putin e delle sue figlie segrete. E ce ne sarebbe per tanti altri tra cui Berlusconi che non ha a che vedere con gli omicidi . Io ritengo che il mondo è gestito dal PDS potere ,denaro e sesso.

    saluti Anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice