Biden pericoloso? Avrebbe seri problemi cognitivi per 38 medici

Biden pericoloso? Avrebbe seri problemi cognitivi per 38 medici

Introduzione

Che Joe Biden fosse un guerrafondaio, l’ho scritto più volte. Che fosse stato messo lì, insieme a Kamala Harris per arruffianare il voto di meno abbienti, immigrati, ambientalisti, pacifisti e radical chic, anche. Ma che avesse pure seri problemi cognitivi, ci giunge nuova.

Certo, una certa età ce l’ha, dato che si avvia agli ottanta. Dunque, che qualche colpo lo perda di tanto in tanto ci sta pure. Tutto sommato, è ancora un arzillo vecchietto. Tuttavia, ben 38 medici americani, pure autorevoli, hanno scritto una lettera congiunta per lanciare un accorato appello.

Il quale suona come un allarme per il Mondo, visto che stiamo parlando dell’uomo che guida il Paese più potente della Terra. Almeno finché Cina permetterà.

Ecco di quali disturbi soffrirebbe Biden e i precedenti di altri presidenti.

Joe Biden e i disturbi cognitivi

Come riporta Il Primato Nazionale, in una lettera firmata da trentasette colleghi repubblicani al Congresso, il rappresentante del Texas il dott. Ronny Jackson, avverte che

il declino mentale e le sviste [lapsus] del presidente Biden sono diventati più evidenti negli ultimi due anni ed esorta il settantanovenne a fare un test attitudinale cognitivo, proprio come fece l’ex presidente Donald Trump

Ronny Jackson, un ex ammiraglio della Marina, ha iniziato a lavorare come medico della Casa Bianca a metà degli anni 2000. Nel 2013, il presidente Barack Obama lo ha nominato il suo miglior medico e poi ammiraglio. Jackson cita l’esempio di Trump:

Scriviamo di nuovo per esprimere preoccupazione per lo stato cognitivo attuale [del Presidente]. Riteniamo che, indipendentemente dal sesso, dall’età o dal partito politico, tutti i presidenti dovrebbero seguire l’esempio dato dall’ex presidente Trump per documentare e dimostrare solide capacità mentali

Poi conclude:

Come ex medico di tre presidenti degli Stati Uniti, so cosa ci vuole mentalmente e fisicamente per svolgere le funzioni di comandante in capo e capo di stato

Americani preoccupati da problemi cognitivi di Biden

Non solo questi autorevoli medici provano preoccupazione per il decadimento cognitivo di Biden. Diversi membri del Congresso hanno inviato al presidente americano una lettera simile lo scorso giugno. Non ha mai risposto alla loro richiesta.

I dati dei sondaggi riferiti dal sito Politico suggeriscono la preoccupazione del popolo americano per la salute mentale di Biden. Tra i responsi citati anche nella lettera: il 48% degli elettorinon è d’accordo con l’affermazione che Biden sia mentalmente in forma”.

Presidenti e problemi cognitivi: i precedenti

Una proposta simile fu fatta al vituperato predecessore di Biden Donald Trump, accusato di scarsa lucidità dai democratici per come stava gestendo la Pandemia Covid-19.

A Ottobre 2020 fu suggerito dalla dem Nancy Pelosi, Presidente della Camera, un provvedimento che avrebbe creato un collegio di esperti – con membri nominati dai leader democratici e repubblicani di Camera e Senato – per condurre una visita medica alla direzione del Congresso. Al fine di “determinare se il Presidente è mentalmente o fisicamente incapace di esercitare i poteri e i doveri di ufficio”.

Orbene, Trump si sottomise al test, superandolo brillantemente. Probabilmente, ciò che dava realmente fastidio ai democratici e all’establishment era il suo modo di contrastare Fauci e il vaccinismo forzato. I fatti gli daranno ragione.

Andando ancora più indietro, molti sospetti vennero anche su Ronald Reagan, presidente repubblicano protagonista del disgelo con l’Unione sovietica di Gorbaciov negli anni ’80. Nel 1984, infatti, vennero alla luce quelli che sarebbero stati poi problemi acclarati dieci anni dopo. Che fecero conclamare la patologia dell’Alzheimer per il presidente in carica. Di cui se ne accorse pure il figlio nello stesso periodo.

Tra i segnali della malattia, come riporta ADNkronors:

  • parole ripetute più di altre
  • il vocabolo “thing” (“cosa”), usato con troppa frequenza per indicare un sostantivo che non veniva alla mente
  • interi passaggi di un discorso riproposti alla platea, dimenticando di averli pronunciati pochi istanti prima
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Una risposta a “Biden pericoloso? Avrebbe seri problemi cognitivi per 38 medici”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice