Libertà di stampa: Italia sprofonda al 58mo posto, perde 17 posizioni

Libertà di stampa: Italia sprofonda al 58mo posto, perde 17 posizioni

Introduzione

Che la salute della stampa italiana non sia mai stata particolarmente buona, lo sappiamo bene. Il giornalismo italiano è sempre stato politicizzato, asservito al potere, tendente ad affossare la libertà di stampa sul nascere. Anche fisicamente se serve.

La nuova classifica mondiale della Libertà di stampa – ufficialmente chiamata World Press Freedom Index – è per il nostro Paese però alquanto inquietante. Abbiamo infatti perso ben 17 posizioni, piazzandoci al 58mo posto. Quindi, ci hanno superato pure Samoa, Sierra Leone, Tonga, Gambia, Suriname. Ma non solo.

E pensare che in questi anni avevamo registrato dei notevoli miglioramenti, visto che nel 2016 eravamo 77mi.

Ecco le principali ragioni di questo scivolone.

Posizione Italia Libertà di stampa

Come nota la stessa World Press Freedom Index

a causa della crisi economica, i media nel loro complesso sono sempre più dipendenti dagli introiti pubblicitari e da eventuali sussidi statali, mentre anche la carta stampata sta affrontando un graduale calo delle vendite. Il risultato è una precarietà crescente che mina pericolosamente il giornalismo

Quanto alla Libertà di stampa in Italia:

la “polarizzazione della società italiana durante la pandemia” ha contribuito a peggiorare le condizioni dei giornalisti, che “sono stati oggetto di aggressioni sia verbali che fisiche durante le proteste contro le misure adottate dalle autorità per combattere la pandemia

Un piccolo conforto ci viene dai dati del Viminale, che, come riporta Il Fatto quotidiano, nel primo trimestre del 2022 siano stati registrati 44 atti intimidatori nei confronti di giornalisti, in calo rispetto ai 63 dello stesso periodo del 2021. Magra consolazione.

Guardando punto per punto, se in generale siamo al 58mo posto, nelle singole voci questo è il risultato:

  • Political Environement: valuta il grado di sostegno e rispetto per l’autonomia dei media, rispetto alla pressione politica dello stato o di altri attori politici. Qui ci posizioniamo 57mi, quindi una posizione migliore del quadro generale.
  • Economic environment: valuta i vincoli economici legati alle politiche governative, a soggetti non statali (inserzionisti e partner commerciali) e ai proprietari dei media. Qui ci posizioniamo 67mi, scendendo addirittura di 9 posizioni.
  • Legislative environment: valuta l’ambiente legislativo e normativo per i giornalisti (compreso il livello di censura, il livello di impunità per la violenza contro i giornalisti e la capacità di proteggere le fonti). Qui siamo 59mi.
  • Social environment: valuta i vincoli sociali basati su questioni come genere, classe, etnia e religione, e le barriere culturali per mettere in discussione determinati bastioni del potere o dell’influenza o coprire determinate questioni, perché sarebbero contrarie alla cultura prevalente. In questa sede miglioriamo molto rispetto alle altre voci, posizionandoci 49mi.
  • Security environment: Valuta la capacità di identificare, raccogliere e diffondere notizie e informazioni in conformità con i metodi e l’etica giornalistica, senza inutili rischi di danni fisici, disagio psicologico o emotivo o danni professionali derivanti, ad esempio, dalla perdita del lavoro, dalla confisca di attrezzature professionali o dal saccheggio di installazioni multimediali. Ed ecco che tornano i guai: per questa voce ci collochiamo 68mi.

Classifica mondiale Liberta di stampa

Ecco la Top 10 dei paesi per Libertà di stampa:

  1. Norway: 92.65
  2. Denmark: 90.27
  3. Sweden: 88.84
  4. Estonia: 88.83
  5. Finland: 88.42
  6. Ireland: 88.30
  7. Portugal: 87.07
  8. Costa Rica: 85.92
  9. Lithuania: 84.14
  10. Leichtenstein: 84.03

Conclusioni

Gli eventi di questi ultimi anni hanno confermato questo andazzo. L’informazione unidirezionale rispetto a Covid-19 e guerra in Ucraina è lapalissiana.

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice