Prato invasa dai cinesi: primi 11 cognomi più diffusi sono i loro

Prato invasa dai cinesi: primi 11 cognomi più diffusi sono i loro

Prato, city of Italy. Meglio precisarlo, perché, stando alle statistiche diramate dall’Ufficio del Comune preposto all’analisi dei dati demografici, sembrerebbe più China. Infatti, Tra i primi 11 cognomi più diffusi a Prato, tutti sono cinesi, dunque bisogna scorrere fino al dodicesimo per trovare un cognome italiano.

Parliamo di oltre 31mila cittadini originari della Cina, su un totale di 196mila abitanti. Non solo, se si allarga la graduatoria ai primi 22 cognomi più diffusi nella città toscana, ben venti sono occupati da cognomi orientali.

Snocciolando ancora i dati, si arriva a cifre ancora più clamorose: se il primo cognome italiano tra i più diffusi si colloca al 12mo posto, ovvero Gori, per trovare il secondo, Innocenti, bisogna scendere al 22mo.

Quali sono i cognomi più diffusi a Prato

Come riporta Il Giornale, il cognome più diffuso è Chen: 2743 abitanti si chiamano così. A completare il podio, ecco poi Hu (2291 presenze) e Lin (1970).

La Cina recita la parte del leone anche per quel che concerne le posizioni successive: dal quarto posto fino all’undicesimo troviamo in successione:

  1. Wang (1665 cittadini)
  2. Zhang (1602)
  3. Huang (1422)
  4. Li (1322)
  5. Zheng (1137)
  6. Zhou (1068)
  7. Wu (1041)
  8. Xu (971)

E poi, continuando a scorrere la graduatoria tra Gori che spezza eroicamente il dominio cinese e Innocenti, troviamo:

  1. Ye
  2. Yang
  3. Jiang
  4. Rossi
  5. Zhu
  6. Liu
  7. Dai
  8. Yu
  9. Cai

Una convivenza tra alti e bassi

L’insediamento dei cinesi a Prato non è certo un fatto nuovo e trova le sue origini nella rinomata attività della città toscana specializzata nel tessile. Da tempo di predominio cinese.

La convivenza tra italiani e cinesi va avanti tra alti e bassi: il capodanno cinese, peraltro imminente, per esempio è un’ottima occasione di condivisione. Mentre ci sono problemi come l’inevitabile insediamento a Prato della criminalità cinese, così come di una sorta di “polizia” cinese, parallela a quella ufficiale italiana.

Il futuro sicuramente non vedrà un cambio di tendenza. Basta vedere la media dell’età cinese, che oscilla tra i 32 e i 36 anni, mentre quella italiana è compresa fra i 51 e i 52 anni.

A proposito di cognomi, qui abbiamo descritto come trovare l’origine del proprio.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Vito Andolini

Appassionato di geopolitica e politica nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti