Ungheria, Orban si ribella all’Ue: pronta una legge e un referendum

Ungheria, Orban si ribella all’Ue: pronta una legge e un referendum

L’Ungheria guidata da Viktor Orban sta discutendo una legge che contrasta i diktat dell’Ue. Pronto anche un referendum con 11 quesiti.

Viktor Orban continua a essere una spina nel fianco per l’Unione europea. Fa parte dello stesso gruppo parlamentare europeo di Fratelli d’Italia, il partito della nostra Premier Meloni, ma, a differenza di quest’ultimo cerca di contrastare la nomenklatura che la governa. Mentre Giorgia lo ha fatto solo a parole per 10 anni nei programmi televisivi. Partendo dalla guerra contro la Russia, che commentò così:

l’Ue si è sparata nei polmoni

Il suo partito Fidesz, al governo dell’Ungheria ininterrottamente dal 2010 con discreto successo (come scritto qui), ha presentato al parlamento un disegno di legge sulla “protezione della sovranità nazionale” per difendersi da quella che definisce un’interferenza politica inappropriata da parte di individui o gruppi stranieri.

Orban ha dichiarato alla platea:

Il modello di Bruxelles per l’Europa porta al caos. Non vogliamo essere schiavi del debito di Soros, non vogliamo vivere in una zona di guerre tra bande e non vogliamo vivere in un mondo di ghetti di migranti. È tempo di un cambiamento a Bruxelles!

Vediamo cosa prevede la legge di Orban per contrastare l’Ue.

Il disegno di legge di Orban per contrastare l’Ue

Come riporta Maurizio Blondet, il disegno di legge prevede l’istituzione di un organismo speciale che investigherà e monitorerà i rischi di interferenza politica e raccomanderà modifiche alle normative. Inoltre, la legge punirebbe con la reclusione fino a tre anni il finanziamento estero vietato a partiti o gruppi concorrenti alle elezioni.

La legge cita:

La sovranità dell’Ungheria sarà compromessa – e ciò comporta anche un rischio maggiore per la sicurezza nazionale – se il potere politico cade nelle mani di persone o organizzazioni dipendenti da qualsiasi potenza, organizzazione o persona straniera

I legislatori discuteranno il disegno di legge prima della sua approvazione definitiva. Orban, che ha una maggioranza di due terzi in parlamento che consente a Fidesz di modificare qualsiasi legge, ha ottenuto la sua quarta vittoria schiacciante nel 2022.

Questa reazione nasce dal fatto che l’UE ha impedito all’Ungheria di ritirare miliardi di euro dai fondi a causa delle controversie sullo stato di diritto durante il mandato di Orban, che si è rivolto agli elettori conservatori presentandosi come difensore degli interessi nazionali ungheresi.

Orban contro l’ingresso dell’Ucraina nell’Ue

Un boicottaggio studiato a tavolino per mettere i bastoni tra le ruote a chi cerca di mettere i bastoni tra gli ingranaggi dell’Unione europea, che ci stanno mandando al baratro.

Il Premier ungherese Viktor Orbán dice che l’Ucraina è “lontana anni luce” dall’adesione all’Unione Europea, segnalando ulteriormente che il suo governo probabilmente rappresenterà un ostacolo alle ambizioni di Kiev di entrare nel blocco dei paesi europei.

Ecco il commento di Viktor Orbán:

Il nostro compito sarà quello di correggere l’errata promessa di avviare i negoziati con l’Ucraina, dato che quest’ultima è ormai lontana anni luce dall’Unione Europea

In arrivo anche un Referendum

La legge, proposta per la prima volta a settembre, ha coinciso con il lancio di una campagna di cartelloni che diffamava la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. Nella capitale ungherese e nelle altre città del Paese membro Ue sono comparsi in questi giorni una serie di cartelloni e manifesti per lanciare una consultazione nazionale con 11 domande – la maggior parte delle quali fake news – sulle politiche europee, in cui vengono rappresentati la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, e l’attuale presidente di Open Society Foundations alle sue spalle a mo’ di suggeritore, Alexander Soros (figlio di George Soros), con il messaggio:

Non balliamo sulla loro musica

Ecco il manifesto sbeffeggiatore:

Ricevi le news su Telegram iscrivendoti al canale dal bottone seguente:

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Vito Andolini

Appassionato di geopolitica e politica nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti