Governo Meloni pronto a cedere pezzi di Poste e Ferrovie, ma guadagna briciole

Governo Meloni pronto a cedere pezzi di Poste e Ferrovie, ma guadagna briciole

Il governo Meloni vorrebbe cedere quote di Poste Italiane e Ferrovie dello stato, ma ne ricaverebbe solo meno di 4 miliardi.

Il programma è già noto, essendo contenuto nel Documento di Economia e Finanza di settembre scorso: quello di cedere nel giro di tre anni pezzi di Poste e Ferrovie. Il che porterà nelle casse dello Stato però solo circa 20 miliardi. Briciole rispetto all’enorme debito pubblico.

Lo scorso novembre erano già state cedute quote di Monte dei Paschi di Siena, la storica Banca senese dissestata da anni di operazioni dissennate e rimessa in sesto da un lungo commissariamento. E’ stato ceduto il 25 per cento con un iter che però non garantisce il massimo introito. Un’operazione passata in sordina tra l’altro.

Ma torniamo alla cessione di quote di Poste e Ferrovie.

Poste e Ferrovie, il piano di privatizzazioni

Come riporta SkyTg24, il piano rientra in un più lungo piano di privatizzazioni che ha coinvolto questi due settori strategici per lo stato, al fine di racimolare denaro e alleviare il peso per lo Stato.

Poste Italiane è ancora ampiamente controllata dallo Stato, che ha nelle sue mani oltre il 64 per cento del gruppo impegnato in svariati campi: dalle spedizioni ai servizi bancari. Ora si pensa di cedere un pacchetto intorno al 13 per cento, con un incasso di circa 1,7 miliardi. L’idea iniziale era del 30 per cento (praticamente la quota del Ministero dell’Economia) che avrebbe potuto fruttare oltre il doppio, ovvero 3,8 miliardi.

Per quanto concerne Ferrovie dello Stato, invece, il governo Meloni ha ipotizzato la cessione di quote minoritarie: per la precisione il 40 per cento del gruppo (esclusa l’infrastruttura), un progetto già balenato 8 anni fa. Si stima che si ricaverebbero circa cinque miliardi.

Insomma, sommando le due cessioni, non si supererebbero i sette miliardi di euro, cioè un terzo dell’obiettivo dichiarato dal governo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Carlo Brigante

Mi definisco un "ribelle" del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti