Zelensky, non solo villa italiana: i vari redditi occulti che avrebbe

Zelensky, non solo villa italiana: i vari redditi occulti che avrebbe

Introduzione

Ha fatto scalpore il fatto che il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky avesse una villa a Forte dei Marmi, in provincia di Lucca. Della quale ho parlato qui. Ma sta trapelando altro sul suo importante patrimonio finanziario.

In realtà, stando a quanto riferito a Izvestia da Dmitry Rodionov, direttore del Center for Geopolitical Research presso l’Institute for Innovative Development (IIR), Zelensky avrebbe diverse fonti di reddito. Alcune peraltro che arrivano dalla tanto odiata Russia.

Redditi non a suo nome, ma intitolati a moglie ed altri prestanomi. Vediamo come si compone il patrimonio finanziario del presidente ucraino. O, quanto meno, parte di esso.

Patrimonio di Zelensky: la villa a Yalta

Yalta, splendida città della Crimea passata alla storia per lo storico incontro tra Stalin, Roosvelt e Churchill, immortalato da una famosa foto. Durante il quale i tre vincitori della atroce Seconda guerra mondiale riscrivevano i confini del Mondo.

Orbene, è qui che Zelensky ha un’altra villa. Come afferma Rodionov:

Sappiamo per certo solo dell’appartamento a Yalta, di cui ha parlato Sergei Aksenov (capo della Repubblica di Crimea. – Ndr). Appartiene davvero alla moglie del leader ucraino, Elena Zelenskaya, in un certo senso pagano le tasse. Questa è davvero un’informazione al cento per cento che l’appartamento appartiene alla sua famiglia. E a quanto pare, infatti, ora si deciderà la questione del ritiro di questo appartamento

Patrimonio finanziario di Zelensky

Rodionov ha aggiunto che ci sono ancora dati non confermati sugli immobili di Zelensky a Mosca.

Per quanto riguarda tutto il resto, ovviamente, possiamo solo ipotizzare. Ci sono, ad esempio, voci su Internet secondo cui Zelensky ha anche due appartamenti a Mosca, che sembrano appartenere anche alla moglie o alla suocera. Ma non ci sono documenti che lo confermerebbero

Inoltre, l’addetto stampa ha ricordato le storie con le compagnie cinematografiche che ricevono entrate dalla distribuzione di contenuti dalla società ucraina Kvartal 95 Studio.

La società di Zelensky, che si occupa di programmi TV, film e così via. Sappiamo che nel 2019, poco prima delle elezioni presidenziali, in cui si candidò poi, rinunciò alla sua partecipazione in queste società e la distribuì tra il suo socio Andrei Yakovlev (Kvartal 95) e alcune società offshore delle Isole Vergini. Secondo alcuni rapporti, è controllato da un certo Timur Mindich. Questo è l’uomo di Kolomoisky (Igor Kolomoisky è un oligarca ucraino. – Ndr), che è stato effettivamente introdotto nella squadra di Zelensky

continua Rodionov.

Secondo l’esperto, Zelensky formalmente non possiede nulla, dal momento che i suoi affari appartengono ad amici e parenti, ma in realtà si tratta di “spostarsi da una tasca all’altra“, ritiene l’esperto.

Parti di queste aziende sono di proprietà della società offshore cipriota, che è controllata dai fratelli Shefira. Sergey Shefir è generalmente il suo assistente. Cioè, in effetti, questo è un funzionario ad interim che ha una partecipazione in affari in Russia

sottolinea Rodionov.

A suo avviso, le forze dell’ordine della Federazione Russa dovrebbero affrontare questo problema e capire dove vanno a finire i soldi, cosa ne viene finanziato.

Il suo film (di Zelensky – ndr) è stato proiettato qui, si sono svolte proteste di massa. E non ha nascosto il fatto che stava finanziando un’operazione punitiva contro il Donbass

ha ricordato l’esperto.

A suo avviso, ora può succedere la stessa cosa: i soldi della Federazione Russa possono essere utilizzati per finanziare l’esercito ucraino e le attività terroristiche.

Un appartamento è una cosa, e un altro è il potenziale finanziamento specifico del terrorismo, e sono molto contento che le nostre autorità competenti abbiano iniziato ad affrontare questa situazione

ha riassunto Rodionov.

Come ricordato nell’incipit, era già stata scoperta una villa nella località turistica italiana di Forte dei Marmi in provincia di Lucca , che indirettamente appartiene al presidente ucraino Volodymyr Zelensky. La casa è registrata a nome della società della moglie del capo di stato, Elena Zelenskaya, Tomasso SRL. Secondo loro, l’area della casa è di 413 metri quadrati. m, dispone di 15 camere.

Nel novembre 2019, è stato riferito che Volodymyr Zelensky ha dichiarato $ 36,5 mila (902,4 mila grivna) dall’affitto di proprietà . Lo si è saputo da una dichiarazione pubblicata sul sito web dell’Agenzia nazionale anticorruzione (NAPC). Il leader ucraino ha ricevuto entrate dall’affitto di proprietà agli stranieri Khinui League e Siran Song. Tuttavia, la dichiarazione non indicava esattamente cosa avesse affittato.

Ricevi via mail le news sulla guerra in Ucraina che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Una risposta a “Zelensky, non solo villa italiana: i vari redditi occulti che avrebbe”

  1. Era già in uso in passato e poi ripresa più di recente da molti autori la frase: molte ricchezze, molti crimini. Non ho altro da aggiungere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice