Finanziamenti esteri ai partiti: occhio a Fondazioni Usa e Germania

Finanziamenti esteri ai partiti: occhio a Fondazioni Usa e Germania

In piena Guerra Fredda, i finanziamenti esteri ai partiti erano quasi una regola. La Democrazia cristiana era molto vicina agli Usa, mentre il Partito comunista italiano all’Unione sovietica.

Oggi invece sono sostanzialmente un reato e ha fatto discutere la notizia che la Russia avrebbe finanziato alcuni partiti di centrodestra, in particolare Lega e Fratelli d’Italia. Sebbene il Copasir abbia già smentito e gli interessati minaccino querele.

Il problema però è quando a muoversi non sono direttamente CIA e KGB, ma le fondazioni e le associazioni politiche, le quali attuano, attraverso il loro operato, un ulteriore schermo oltre a quello fornito da eventuali passaggi furbi tra una banca off shore e l’altra.

Illuminante in tal senso è quanto riportava Openpolis nel 2018. Il cui report è stato ripreso da Contropiano.

Finanziamenti esteri ai partiti italiani tramite fondazioni e associazioni?

Il fenomeno sarebbe riconducibile alla continua sforbiciata che i partiti italiani hanno subito riguardo i finanziamenti pubblici. Quindi, cercherebbero denaro in altro modo.

Un primo censimento di Openpolis aveva registrato 108 strutture nel 2015, fra fondazioni e associazioni. Nel corso degli anni alcune si sono sciolte, altre si sono formate, in uno scenario in costante movimento. In mancanza di un registro ufficiale, l’unico modo per ricostruire l’ampiezza del fenomeno è attraverso un’analisi dei siti internet ufficiali. Mentre oggi ne sono rimaste 94.

Due sono i paesi particolarmente attivi in termini di fondazioni ed associazioni di respiro internazionale: Stati Uniti e Germania. Ecco alcuni esempi:

International Repubblican Institute

E’ la Fondazione del Partito Repubblicano Usa. Tra i suoi obiettivi dichiarati troviamo quello di fornire supporto materiale e tecnico agli attivisti di base in ogni regione del mondo, affinché sviluppino ed eseguano iniziative basate su prove e specifiche per il contesto, che richiamino l’attenzione sull’ingerenza straniera e sul conseguente impatto sulla democrazia e chiedano ai loro governi di agire e di rendere conto del loro operato per contrastarla.

International Democratic Institute

Fondazione del Partito Democratico Usa. Tra i suoi obiettivi dichiarati c’è quello di contrastare il finanziamento politico estero occulto, spesso convogliato a partiti e candidati attraverso procuratori, è uno strumento di interferenza nei processi politici ed elettorali.

National Endowment for Democracy

E’ stata fondata negli Usa nel 1984, in piena Guerra Fredda. Con il patrocinio di Ronald Reagan. Opera su tutti quadranti, inclusa l’Europa.

Fondazione Konrad Adenauer

E’ la fondazione dei cristiano-democratici tedeschi (CDU-CSU).

Fondazione Friedrick Ebert

E’ la fondazione dei socialdemocratici tedeschi (SPD).

Finanziamenti esteri ai partiti italiani anche dal Medioriente

Occhio poi a quanto accade in Medioriente. Particolarmente attiva è l’Arabia Saudita, attraverso conferenze e consulenze strapagate. Così come Israele, molto attiva tramite Fondazioni soprattutto per ottenere vantaggi dalla questione palestinese. In Gran Bretagna sono state molto attive in occasione delle elezioni dello scorso anno, vedendo come vittima il candidato laburista Corbyn e diversi accademici.

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice