Covid-19, il vaccinatissimo Portogallo si rinchiude: non crede nel vaccino?

Introduzione

A mi me gusta bailare contigo, oh vacinada
Io faccia a faccia sta veccia muchacha immunizada
Miro al tu cuerpo da cineteca
Con l’anticuerpo dell’AstraZeneca stanoche se freca

Apro, per ironizzare, con un estratto del brano “La vacinada” del simpatico Checco Zalone. Canzone che mi è venuta subito in mente appena letto di questa notizia. Il Portogallo che impone un nuovo lockdown.

Ma come?! Non era uno dei paesi più vaccinati al Mondo, grazie al piano di un militare scelto come commissario simil Figliuolo in salsa lusitana? Ne ho parlato qui.

I numeri sono ancora contenuti – 3.364 nuovi casi e 12 morti nell’ultimo bollettino al momento della scrittura – ma il premier Antonio Costa ha varato nuove restrizioni.

Vediamo come il Portogallo si rinchiude in vista della quarta ondata.

Lockdown in Portogallo

Come riporta l’agenzia AGI, il premier Antonio Costa da domani ha proclamato lo “stato di calamità” che prevede il ritorno allo smart working e l’obbligo di un tampone negativo per chi entra nel Paese.

Inoltre, per timore della variante Omicron, sono stati sospesi tutti i voli dall’ex colonia del Mozambico.

“Non stiamo così bene quanto vorremmo stare“, ha spiegato Costa annunciando una serie di misure.

Il 2022 si aprirà poi con altre strette: a gennaio 10 milioni di portoghesi entreranno in una “settimana di contenimento“, dal 2 al 9. Le misure prevedono:

  • smart working obbligatorio
  • discoteche chiuse
  • vacanze natalizie prolungate per tutti gli alunni (le scuole riapriranno il 10 gennaio)
  • uso della mascherina obbligatorio in tutti gli spazi chiusi

Restrizioni in Portogallo: c’entrano anche le elezioni?

Per alcuni analisti, però, la scelta di una stretta a gennaio potrebbe anche essere una mossa propagandistica in vista delle elezioni anticipate del 30 gennaio. Un modo per mostrare il proprio decisionismo, cavalcando i timori di nuove problematiche sanitarie ed anche economiche.

Il Premier Costa, dopo essere stato lodato per le sue politiche economiche che hanno portato il paese ad una discreta crescita (frenata dalla Pandemia), nonché per il suo piano vaccinale, cerca la rielezione dopo che la sua coalizione di sinistra al governo si è spaccata.

Conclusioni

Evidentemente, c’è poca fiducia nei vaccini, visto che, malgrado altissime percentuali di vaccinati, il Portogallo decide nuove strette. I vaccini non dovrebbero essere la soluzione finale al problema? Perché si insiste ancora con distanziamento, chiusure e mascherine? Questi vaccini sono davvero efficaci o no? Forse lo sono, ma per tempi troppo brevi?

Perché al vaccinato viene profuso il timore e lo sdegno verso il non vaccinato? Non dovrebbe sentirsi al sicuro e fregarsene di chi ha scelto di non farsi inoculare il vaccino? In teoria, dovrebbe essere il contrario. Ovvero il non vaccinato dovrebbe temere il vaccinato, visto che il vaccino non frena la diffusione del virus.

Ricevi via mail le news sul Covid-19 che i Tg non dicono (controlla anche in Spam)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice