Elettrodomestici che consumano di più: non mancano sorprese

Elettrodomestici che consumano di più: non mancano sorprese

Introduzione

Quali sono gli elettrodomestici che consumano di più? Ogni qualvolta che arriva una bolletta della luce salata, ci poniamo questa domanda, per capire quale sia il “colpevole“.

In effetti, ci sono elettrodomestici che consumano molto più di altri. Ma è anche vero che diversi elettrodomestici, per quanto restino accesi in quantità smodata, alla fine consumino poco.

Il fattore principale è comunque quello dei consumi, che vanno modulati. Sebbene, proprio perché gli elettrodomestici consumino in modo diverso, modificare i consumi va fatto in modo diverso da caso a caso.

Vediamo quindi quali sono gli elettrodomestici che consumano di più.

Elettrodomestici che consumano di più quali sono

Come riporta Non sprecare, il podio spetta a:

  • lavatrice
  • lavastoviglie
  • forno e ferro da stiro

Alcuni siti danno la colpa a phon, ferro da stiro e forno elettrico. In realtà si tratta di elettrodomestici che, pur assorbendo un grande quantitativo di corrente, influiscono poco sui consumi poiché vengono usati con poca frequenza.

Ecco i consumi nel dettaglio:

  • il phon consuma 40 kWh (10 euro all’anno)
  • il frigorifero, praticamente sempre acceso, impatta per 159 euro/anno in bolletta, con un consumo stimato in 636 kWh. Praticamente poco più di 10 euro al mese

Un’altra opinione diffusa riguarda il caricabatterie del telefono. In realtà, in un anno, tre caricabatterie attaccati 24 ore su 24 causano un consumo extra di 8,7 kWh. Vale a dire 2,10 euro.

Il condizionatore pure può pesare molto, ma fare una stima non è facile giacché dipende da quante ore lo si lascia acceso e a quale potenza. Il consiglio degli esperti è quello di comprare condizionatori con una classe energetica di livello superiore, che sebbene costino di più al momento dell’acquisto, poi pesano molto meno sulla bolletta.

Come risparmiare sulla bolletta della luce

Premesso che ci sono stati degli importanti aumenti sul costo della corrente elettrica, è anche vero che con qualche accorgimento possiamo risparmiare un po’.

Evitare piccoli elettrodomestici

Per esempio, possiamo evitare quei piccoli elettrodomestici che usiamo per pigrizia. Come spremi agrumi o gratta formaggio elettrici.

Come risparmiare con il condizionatore

Importante è anche utilizzare il condizionatore con accortezza. Senza tenerlo per ore acceso e pure a livelli alti. Basterebbe solo un paio di ore, il tempo che l’ambiente si sarà raffrescato, magari puntando più sulla deumidificazione e alternandolo con un ventilatore. Una soluzione contro il caldo e contro il freddo potrebbe essere il cappotto termico, sfruttando magari l’ecobonus del 110% ancora in corso.

Come risparmiare con la lavatrice

Per quanto concerne la lavatrice, il consiglio è quello di impostarla a 30° anziché a temperature superiore. Il che comporta un risparmio del 90 per cento della corrente elettrica, molto più importante che usare il programma “eco” o avere un apparecchio di classe energetica superiore. Alcuni operatori, inoltre, prevedono fasce orarie più convenienti per le ore serali e notturne. Il che però ovviamente è più scomodo e meno pratico.

Come risparmiare con il frigorifero

Risparmiare corrente con il frigorifero si più. Non spegnendolo di tanto in tanto, ovviamente, perché questo porta problemi con la catena del freddo dei prodotti. Ma cercando di scegliere un modello classe A+++. Partendo da uno classe C si possono risparmiare fino a 100 euro all’anno.

Come risparmiare con l’asciugatrice

E’ possibile ridurre a ¼ l’uso il consumo dell’asciugatrice. Il che può comportare per una famiglia un risparmio di oltre 160 euro all’anno.

Puntare sul mercato libero

Anche il settore energetico è ormai da tempo sottoposto a mercato libero, con sempre maggiori players che si contendono fette di utenza.

Senza rincorrere offerte assurde, che talvolta puzzano di truffa, e informandosi bene sulla compagnia che si vuole scegliere, si può arrivare ad un risparmio pari al 7-10 per cento.

App per risparmiare sulla bolletta della luce

Le app ci vengono in soccorso anche in questo. La app Spesa elettrica, consente di monitorare in modo facile e pratico i consumi di casa. Ma è solo una delle tante, scaricabile in modo free su Play store e App store di iOS.

Esiste poi un dispositivo piccolo, facile da usare e molto utile: si chiama Smappee – Energy Monitor, e permette di avere in tempo reale la panoramica dei consumi degli elettrodomestici in casa attraverso un rapido tap sul proprio telefono.

E’ acquistabile su Amazon al link seguente, in 2 versioni diverse.

EMPORIA ENERGY Gen 2 

Presa Wifi Italiana 16A 3680W

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice