Coronavirus predetto anche da Mussolini? Le parole spiazzanti del 1927

Coronavirus predetto anche da Mussolini? Le parole spiazzanti del 1927

In queste settimane, stanno venendo a galla profezie varie ed eventuali sul Coronavirus Covid-19. Oltre all’onnipresente Nostradamus, ai sempre sorprendenti Simpson, ad alcuni libri che avrebbero parlato del Covid-19 con una esplicitezza spiazzante (ne ho parlato qui), alle parole di Bill Gates nel corso di un intervento alla conferenza annuale a Boston, ci sarebbe anche una profezia di Benito Mussolini.

Già, proprio del Duce, che ancora oggi divide gli italiani e tornato in auge prepotentemente da qualche anno nel dibattito politico tra retorica e nostalgia. Con diversi Comuni che gli hanno tolto la cittadinanza, nel tentativo da parte delle amministrazioni di riacquistare popolarità data la loro inefficienza nel risolvere i problemi reali dei cittadini.

Orbene, anche Mussolini rientrerebbe tra i profeti del Coronavirus. Ecco cosa disse nel [sta_anchor id=”cina”]1927[/sta_anchor].

Previsione Mussolini su Coronavirus

mussolini coronavirus

Come riporta Il Giornale, Benito Mussolini nel 1927 tenne un discorso di saluto a Galeazzo Ciano, appena nominato rappresentante italiano a Shangai, in quel di Roma. Questo il passaggio più importante:

«Nei prossimi decenni ci dovremo guardare dall’espansionismo cinese. Invaderanno il mondo con la loro smisurata prolificità, con i loro prodotti a basso costo e con le epidemie che coltivano al loro interno»

Le parole risultano ancora più sorprendenti in quanto all’epoca siamo di fronte ad una Cina pre-Mao, lontana da quella che sarebbe diventata quasi un secolo dopo. Quindi un Paese ancora isolato dal resto del mondo, prevalentemente agricolo, dove da pochi anni era finito l’Impero “celeste” ed era stata istituita la Repubblica di Cina (1911).

Proprio dal 1927 iniziò ad essere falcidiato da due guerre civili fra i nazionalisti del presidente-generale Chiang Kai-shek e i comunisti di Mao Zedong (1927-1937 e 1945-1949). Intervallate dall’invasione del Giappone (1937-1945).

La Repubblica popolare cinese nacque nel 1950, mentre il paese ebbe la svolta capitalista quasi trent’anni dopo. Diventando gradualmente ciò che è oggi. Ovvero, per dirla alla Mussolini: dalla smisurata prolificità, con prodotti a basso costo ed epidemie che coltivano al loro interno.

Ciò che non previde Mussolini, comunque, è che Galeazzo Ciano diventerà suo genero e che lo farà fucilare per aver votato a favore della sua destituzione in seno al Gran Consiglio.

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

12 Risposte a “Coronavirus predetto anche da Mussolini? Le parole spiazzanti del 1927”

  1. Senza entrare in polemiche politiche che in questo gruppo sono decisamente fuori tema, sono numerosi i film, libri, articoli ed altro materiale che parlano di epidemie di vario tipo e natura, ma sono quasi sempre troppo generiche. Personalmente non credo a questo tipo di profezie.

  2. Ah, ah, ah! Predisse il coronavirus e non predisse che l’avrebbero fucilato e impiccato per i piedi. Fatela finita con la propaganda fascista, ne abbiamo le palle piene!

  3. Non c’è da sorprendersi. Ben prima di fondare il Fascismo, Mussolini era un uomo di cultura, un giornalista, che diresse per un biennio (1912-14) “Avanti!”, quotidiano storico del Partito Socialista Italiano e che dunque già allora sapeva bene quali fossero le tendenze prevedibili del mondo. Nulla di misterioso, quindi, nel fatto che avesse potuto immaginare quale sarebbe stato lo sviluppo del potenziale cinese sotto diversi aspetti.

  4. Premesso non x accusare ne x difendere Mussolini,ma ricordo che era maestro e chi conosce la storia alcune previsioni si possono dedurre,e se non avesse perso il senno avrebbe dedotto la sconfitta in Russia.Essendo amante, di storia e non Nostradamus,devo dire che ho più paura di ciò che può avvenire,a livello sociale che del corona virus. C’è a mio modesto parere chi sguazza su questa vicenda,e la alimenta.Nessuno parla più di politica estera,non si vota,si deve lavorare senza potersi confrontare in pubblico, vietati gli assemblamenti, vietatii divertimenti la libertà di culto solo in privato Sparito tutto niente aumento dei tumori,pur essendoci stato un comunicato mondiale,niente inquinamento, scomparso tutto sbarchi compresi????? Forse dovremo adattarci a una nuova forma di dittatura?

  5. Giovanni, il tuo duce si è reso responsabile assieme ai suoi alleati tedeschi di 50 milioni di morti, tanti più o meno sono stati nella seconda guerra mondiale. come si ad adularlo così tanto.
    buona serata

  6. Ciro perchè non riconoscere… Mussolini fu un grande politico. Nonostante tutta la campagna d’odio nei suoi confronti, il fango che gli è stato gettato addosso, alla fine la storia farà giustizia. le verità nel bene e nel male verrà a galla… Non è già più tempo del pensiero unico acritico e semplicemente di parte!

  7. Adesso pure profeta…pure santo per i suoi. Epigoni…del giornalaccio….e comunque Napoleone lo aveva previsto ben prima di questo tragicomico commediante…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice