Crea sito

Aerei israeliani si stanno esercitando in Italia: i motivi e le regioni coinvolte

Se in questi giorni vi vedete sorvolare sulla testa aerei israeliani non temete: è una esercitazione! Anche se la cosa non andrebbe presa proprio così alla leggera.

L’Italia è uno Stato sovrano. Almeno sulla carta. Perché poi si lascia erodere spazi territoriali da Nord a Sud: soprattutto dalla Francia.

Purtroppo, anche lo spazio aereo viene spesso gestito dagli stranieri. Lo abbiamo visto anni fa col famoso caso Sigonella da parte degli americani. I quali, da quando ci hanno liberato dai nazi-fascisti, ci hanno colonizzato politicamente e militarmente (con le basi Nato).

Questa volta però si tratta di Israele, che userà i nostri cieli per far svolazzare sei caccia stealth F-35.

Vediamo le regioni coinvolte e il motivo.

Aerei israeliani in Italia dove

aerei israeliani italia

Come rivela Contropiano, sei caccia stealth F-35 israeliani sono atterrati giovedì 3 giugno nel nostro Paese per prendere parte a un’esercitazione di addestramento aereo lungo 2 settimane. In una operazione congiunta insieme a Stati Uniti e Gran Bretagna. Si parla dell’operazione militare congiunta più grande mai intrapresa.

Essa durerà dal 6 giugno al 17 giugno, mentre le zone coinvolte vanno dal mar Tirreno fino al canale di Sardegna e il Golfo di Taranto. Le regioni sorvolate dovrebbero essere:

  • Sardegna
  • Campania
  • Calabria
  • Puglia

La prima e l’ultima per le basi, le altre 2 di passaggio.

Lo spazio aereo coinvolto sarà da considerare zona temporaneamente segregata (TSA), quindi non è permesso alcun traffico aereo.

Addestramento aerei israeliani in Italia motivi

f 35 israeliani italia perchè

Oltre ai sei F-35 Adir, l’Aeronautica israeliana ha inviato nella base militare di Amendola, in Puglia, anche un aereo di sorveglianza Eitam e un Boeing KC-707 Re’em per il rifornimento in volo.

Questo tipo di missione sarà svolto anche da un A330 MRTT britannico oltre che da un KC-130J e KC-767 italiani.

Sebbene le motivazioni ufficiali di questo addestramento siano riconducibili ad una prova degli F-35, un alto ufficiale dell’aeronautica militare di Israele si è fatto scappare ai media israeliani che l’esercitazione era stata pianificata da almeno un anno. Con lo scopo di rafforzare la cooperazione tra le forze che impiegano l’F-35.

L’Iran è il nostro obiettivo”, ha detto l’alto ufficiale, parlando ai giornalisti a condizione di anonimato.

Secondo un ufficiale dell’aeronautica israeliana, un gran numero di batterie di missili terra-aria sarà utilizzato nelle esercitazioni contro gli aerei da combattimento F-35 al fine di creare un’”atmosfera minacciosa” simile a quella con cui gli aerei israeliani potrebbero trovarsi a fare i conti sui cieli dell’Iran.

I caccia israeliani F-35 parteciperanno a due sortite ogni giorno. Nella prima gli aerei israeliani voleranno con gli aerei militari statunitensi, mentre nella seconda voleranno con le forze aeree britanniche e italiane. Una sorta di macabro “changè la dame!” in versione militare.

I piloti israeliani simuleranno attacchi aerei su obiettivi dietro le linee nemiche e missioni di supporto a terra, mentre sorvolano terreni sconosciuti. Oltre a contrastare le minacce dei missili terra-aria, gli aerei israeliani prenderanno parte anche a battaglie aeree.

Speriamo che queste esercitazioni non facciano qualche danno ai civili. Anche perché, considerando come vanno le cose in questo paese, nessuno pagherebbe. Il caso Ustica grida ancora vendetta…

Inoltre, tali esercitazioni ci confermano quanto il nostro paese sia sbilanciato verso Israele e rischiamo di inimicarci pure uno stato come l’Iran. Verso il quale avevamo avviato importanti accordi commerciali.

Infine, questo non può certo far piacere rispetto alla questione palestinese

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Una risposta a “Aerei israeliani si stanno esercitando in Italia: i motivi e le regioni coinvolte”

  1. Articolo 11
    L’Italia ripudia la guerra (e ignora il genocidio) come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.