Svezia entra in paranoia e teme invasione della Russia: addio a un paese che tutti ammiriamo?

Svezia entra in paranoia e teme invasione della Russia: addio a un paese che tutti ammiriamo?

La Svezia sta per entrare nella Nato e teme che la Russia possa invaderla per ripercussione. Il paese rischia di perdere le sue eccellenze.

La Svezia si appresta a entrare nella NATO, dopo una lunga neutralità iniziata nel dopoguerra. E lo farà sulla pelle dei curdi, per ottenere il Sì della Turchia che era contraria ma in cambio dell’estradizione di quelli che considera terroristi, è pronta a cedere (ne abbiamo parlato qui).

Ora il paese scandinavo teme che questa scelta porterà a una invasione da parte della Russia, come ha fatto in Ucraina il 24 febbraio 2022. Tanto che il Ministro della Difesa Civile svedese Carl Oskar Bohlin ha avvertito della possibilità concreta di una guerra fra il suo Paese e la Russia.

E lo ha fatto nel corso della consueta Conferenza Nazionale sulla Difesa e la Partecipazione Popolare tenutasi nella base militare di Salen, sottolineando la necessità di prendere sul serio la minaccia che può rappresentare Vladimir Putin:

Anche in Svezia potrebbe scoppiare una guerra e la nostra gente deve essere pronta per affrontarla

Svezia teme invasione della Russia

Come riporta Libero, il Ministro ha poi aggiunto che

Come responsabile Ministro devo comunicare questa realtà al popolo svedese

Bohlin ha poi affermato che

il governo svedese sta cercando di aumentare la consapevolezza fra i cittadina sulla possibilità di entrare in guerra al fine di potenziare le capacità di difesa, prendendo come esempio la resistenza dell’Ucraina contro la Russia

La Svezia è un paese che vive in pace da oltre 2 secoli ma che ha sempre avuto un rapporto complicato con la Russia, tanto che durante la seconda guerra mondiale fu sostanzialmente collaborazionista coi nazisti tedeschi. Tuttavia, anche ai tempi dell’Unione sovietica, i russi non si sono mai sognati di invadere il paese, dichiaratosi neutrale.

Il rischio è che ora questo paese finisca per vivere nella paranoia, investire di più nel settore militare, sacrificando quella efficienza per la quale è famosa in tutto il mondo. Si pensi all’ambiente, alla sanità, alla scuola, ai trasporti. Per una qualità dei servizi che qui ci sogniamo.

La Svezia ha sempre deciso autonomamente: si pensi, per dirne una, alla rinuncia del lockdown durante la Pandemia e a vaccinare i bambini. Andando controcorrente rispetto al resto d’Europa, anche alla vicina Danimarca.

E’ triste pensare a un paese che si lasci ammaliare anch’esso dall’American dream, perdendo ciò per cui in tanti l’abbiamo sempre apprezzata e ammirata.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Vito Andolini

Appassionato di geopolitica e politica nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti