Il ‘pezzotto’ ha le ore contate: a gennaio arriva il Robot sentinella, come funziona

Il ‘pezzotto’ ha le ore contate: a gennaio arriva il Robot sentinella, come funziona

Vediamo come funziona il sistema anti pezzotto che dovrebbe entrare in vigore a gennaio per frenare la pirateria streaming.

Il termine napoletano “Pezzotto” è ormai diventato di uso comune, un po’ come un altro e sempre in ambito calcistico, “cazzimma“. Sta a indicare un sistema non originale per fruire del calcio (e altri eventi sportivi) in streaming, diffusosi a Napoli in concomitanza con la diffusione di quelli ufficiali, a partire da Tele+ e Stream, per poi passare a SKY e in ultimo Dazn.

Negli anni sono cambiate le piattaforme e le tecnologie, ma i pirati hanno sempre trovato il modo di aggirare le tariffe ufficiali con altre molto più economiche.

A gennaio però arriverà un Robot sentinella, che scoverà appunto i sistemi pirati. Vediamo come funziona.

Come funziona il sistema anti pezzotto

Come spiega Calcionapoli24, questo sistema adottato dalle varie piattaforme streaming e non solo adibite alla trasmissione del calcio (ma anche di film, serie tv, ecc.), saranno in grado di intercettare le trasmissioni pirate, per poi segnalarle alle società internet che gli utenti stanno utilizzando per navigare sul web. Segnalazione accompagnata da un “adeguato strumento probatorio” che attesti l’illecito.

A essere bloccati saranno l’IP dell’utente ma anche il FDQN, acronimo con cui si identifica il Nome di dominio completo, che sarebbe l’indirizzo univoco del sito.

Il sistema punta a bloccare la trasmissione entro i 30 minuti prima dell’inizio della gara. Vedremo se funzionerà davvero e se i pirati troveranno subito le contromisure.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Carlo Brigante

Mi definisco un "ribelle" del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti