Il Presepe compie 800 anni: i 6 più suggestivi in Italia

Il Presepe compie 800 anni: i 6 più suggestivi in Italia

Ecco la storia del primo presepe realizzato in Italia e quali sono i più caratteristici e suggestivi nel nostro paese.

Il presepe compie 800 anni. O, almeno, il primo presepe realizzato in Italia, a opera di San Francesco D’Assisi, rimastone entusiasta dopo il suo viaggio in Terra Santa. Volle così importare anche nelle sue zone quella tradizione così antica, risalente addirittura all’epoca romana con le prime forme rudimentali rappresentate da dipinti sulle loro catacombe raffiguranti la natività di Gesù bambino.

La parola presepe deriva dal latino “praesaepe” che significa “mangiatoia”, luogo nel quale venivano custoditi gli animali da allevamento. Del resto, il presepe classico si riduce alla stalla, diventato poi un paesaggio che rappresenta vari frammenti di vita.

Ripercorriamone la storia del presepe e quali sono i più belli presepi in Italia.

La storia del presepe

Come spiega Lentepubblica, San Francesco d’Assisi di ritorno da un pellegrinaggio in Terra Santa nel 1223, decise di rappresentare una prima Natività. Dopo aver ottenuto l’autorizzazione da papa Onofrio III, allestì a Greccio in provincia di Rieti, un presepe vivente con solo una mangiatoia, un bue e un asinello.

Per avere il presepe completo si dovrà aspettare ben 60 anni, quando lo scultore Arnolfo di Cambio realizzerà il presepe più antico del mondo, conservato a Roma nella Basilica di Santa Maria Maggiore.

La svolta successiva avvenne tra il 1600 e il 1700 quando sono state aggiunte varianti sul tema e scene di vita quotidiana, soprattutto a Napoli dove la tradizione del presepio raggiunse livelli espressivi ricercatissimi e originali. Il presepe non è quindi solo una semplice capannella ma un paesaggio completo. Sebbene popolerà soprattutto le case dei più ricchi, diventandone un vanto e status sociale.

Oltre alle tre figure centrali, gli elementi più antichi del presepe sono il bue e l’asinello i quali indicano rispettivamente il popolo ebreo e quello pagano. In un secondo momento verranno inseriti anche i Tre Magi. Su questi ultimi sono due le scuole di pensiero che ne interpretano il significato:

  1. le tre età dell’uomo (gioventù, età adulta, vecchiaia);
  2. le popolazioni del mondo allora conosciuto (Europa, Asia, Africa). Del resto, la carnagione dei Tre Magi è di tonalità diversa.

A prescindere, i doni dei tre magi indicano:

  1. La mirra: la natura umana di Gesù;
  2. L’incenso: la sua natura divina;
  3. L’oro: la sua natura regale.

Quali sono i presepi più belli in Italia

Vediamo quali sono i presepi più caratteristici e suggestivi presenti in Italia.

Come non partire dal presepe meccatronico di Recanati, del quale abbiamo parlato qui.

Miola di Pinè, uno dei paesini più caratteristici del Trentino, è noto non a caso come “Il paese dei presepi” perché gli abitanti allestiscono sulle finestre delle loro abitazioni i loro presepi artigianali e non. Si svolge anche una tradizionale caccia al tesoro nei presepi e un rinomato mercatino.

A Zaino, un paesino della Val di Fiemme, ogni Natale il bosco prende vita e si decora con presepi artigianali.

Il presepe di Assisi, che resta appunto il primo in Italia. Oggi viene allestito un enorme presepe a cielo aperto.

Il presepe di sabbia di Lignano, in Friuli Venezia Giulia, realizzato appunto con la sabbia.

Infine, il presepe sommerso nel lago Maggiore, località Laveno Mombello. Vengono disposte 42 statue a circa 2-3 metri sotto il livello dell’acqua e visibili tramite uno spettacolo di luci.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti