C’è crisi, ma non per i sindaci: guadagneranno 2mila euro in più

C’è crisi, ma non per i sindaci: guadagneranno 2mila euro in più

Vediamo quali sono gli aumenti ottenuti dai sindaci in base alla grandezza delle varie città. Sorridono anche vicesindaci e assessori.

Il 2024 porterà nelle casse dei sindaci ben 2mila euro in più di aumenti di stipendio. No, non bisogna prendersela con l’attuale governo in carica, ma si tratta di un regalo del Governo Draghi (Legge di Bilancio 2022, commi 583-587, legge 30 dicembre 2021, n. 234).

In particolare, l’indennità di funzione dei sindaci metropolitani e dei sindaci dei comuni delle regioni a statuto ordinario è stata incrementata in percentuale al trattamento economico complessivo dei presidenti delle regioni.

L’incremento è stato adottato in misura graduale per il 2022 e 2023 e in misura permanente a decorrere dal 2024.

Sorridono però anche vicesindaci, assessori e presidenti dei consigli comunali, nella stessa proporzione dei “primi cittadini“.

Vediamo più precisamente quanto guadagneranno i sindaci.

Quali sono gli aumenti di stipendio per i Sindaci

Come riporta Affaritaliani, a decorrere dal 2024, l’indennità di funzione dei sindaci metropolitani e dei sindaci dei comuni ubicati nelle regioni a statuto ordinario sarà parametrata al trattamento economico complessivo dei presidenti delle regioni (attualmente pari a 13.800 euro lordi mensili, secondo quanto definito dalla Conferenza Stato – regioni con le delibere del 30.10.2012 e 06.12.2012, n. 235) in relazione alla popolazione risultante dall’ultimo censimento ufficiale.

Ecco come sono stati definiti gli aumenti:

  • 100% per i sindaci metropolitani (quindi pari a 13.800 euro lordi mensili);
  • 80% per i sindaci dei comuni capoluogo di regione e per i sindaci dei comuni capoluogo di provincia con popolazione superiore a 100.000 abitanti (pari a 11.040 euro lordi mensili);
  • 70% per i sindaci dei comuni capoluogo di provincia con popolazione fino a 100.000 abitanti (pari a 9.660 euro lordi mensili);
  • 45% per i sindaci dei comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti (pari a 6.210 euro lordi mensili);
  • 35% per i sindaci comuni con popolazione da 30.001 a 50.000 abitanti (pari a 4.830 euro lordi mensili);
  • 30% per i sindaci dei comuni con popolazione da 10.001 a 30.000 abitanti (pari a 4.140 euro lordi mensili);
  • 29% per i sindaci dei comuni con popolazione da 5.001 a 10.000 abitanti (pari a 4.002 euro lordi mensili);
  • 22% per i sindaci dei comuni con popolazione da 3.001 a 5.000 abitanti (pari a 3.036 euro lordi mensili);
  • 16% per i sindaci comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti (pari a 2.208 euro lordi mensili).

Per gli anni 2022 e 2023, l’incremento è stato adottato in misura graduale:

  1. nell’anno 2022 l’indennità di funzione è stata adeguata al 45%;
  2. nell’anno 2023 al 68%.

Peccato che per il cittadino comunque il potere d’acquisto del proprio stipendio sia fermo a trent’anni fa, come scritto qui.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Carlo Brigante

Mi definisco un "ribelle" del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti