Pomodoro italiano a rischio estinzione: i 2 motivi principali

Pomodoro italiano a rischio estinzione: i 2 motivi principali

L’Italia rischia di perdere un altro primato, tra i pochissimi rimasti: la produzione di pomodoro. Siamo infatti primi in Europa e secondi al Mondo, solo dietro la California. Infatti, il 15% dell’intera produzione mondiale di pomodoro proviene dalle coltivazioni del nostro Paese, per un fatturato annuo di quasi 4 miliardi di euro.

Tuttavia, il pomodoro italiano rischia di vedere rosso e non solo per il suo inconfondibile colore. Infatti, due fattori stanno mettendo in crisi il nostro prodotto, invidiato ed imitato da tutto il Mondo.

Pomodoro italiano perché a rischio

Quella in corso è un’autentica tempesta perfetta che sta travolgendo il nostro prodotto. Da una parte la siccità, dall’altro i rincari dovuti al conflitto ucraino.

Come riporta In Italia, il primo fattore secondo Coldiretti è legato al fatto che “il clima ha decimato il raccolto del prodotto simbolo della dieta mediterranea”. Le condizioni climatiche, si legge nel rapporto dell’associazione “hanno accelerato i processi di maturazione e messo a rischio le produzioni in campo”. Tagliando dell’11% il raccolto di pomodoro da salsa, quello destinato cioè a polpe, passate, sughi e concentrato.

Per quando riguarda la seconda questione, anche la produzione del pomodoro italiano sta risentendo della corsa dei prezzi di produzione, che sta colpendo fortemente tutto il comparto agricolo.

Le aziende italiane devono oggi fare fronte ad aumenti importanti, che vanno dal +170% dei concimi al +129% per il gasolio. Il vetro costa il 30% in più rispetto allo scorso anno, il cartone è aumentato del 45%, e i barattoli di latta (introvabili) costano oggi il 60% in più. Mentre la plastica in alcuni casi sfiora addirittura un rincaro del 70%.

Infine, abbiamo i rincari dovuti al trasporto: dal trasporto su gomma ai container e noli marittimi. Con aumenti che vanno, sempre secondo la stima di Coldiretti, dal 400 al 1000 percento.

Quanto costa davvero il Pomodoro italiano?

Quando acquistiamo una bottiglia di passata di pomodoro italiano, paghiamo solo per l’8% il prodotto. Mentre tutto il resto se ne va in costi di produzione industriale, materiali e pubblicità.

Al Corriere della sera, Francesco Mutti, amministratore delegato dell’omonima azienda di famiglia, ha denunciato tra le altre cose che fino al 2020 i costi del gasincidevano appena sotto il 2% di quelli totali, nel 2021 sono saliti al 5%, ora sono attorno al 20%”.

Un’ennesima testimonianza di come le scelte in politica estera del Governo Draghi siano state scellerate, con conseguenze disastrose per il cittadino medio.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice