Pfizer licenzia 130 dipendenti in Italia, sostituiti da una macchina

Pfizer licenzia 130 dipendenti in Italia, sostituiti da una macchina

Introduzione

La Pandemia è stata una maledizione per molti, ma anche una benedizione per alcuni. Come per i farmacisti, alcuni virologi, le piattaforme e-commerce o di streaming, le multinazionali che si sono aggiudicate la distribuzione del vaccino a livello mondiale. Come Pfizer.

Qui ho già riportato i guadagni maturati e chissà ancora quanti ne arriveranno. Inoltre, sempre sua è una compressa che sarà utilizzata contro il Covid-19 in futuro. Assicurandosi quindi un bel po’ di profitti per il futuro.

A fronte di tutto ciò, a quanto pare, Pfizer licenzierà oltre 100 dipendenti in Italia. Ecco dove e perché.

Pfizer licenzia 130 dipendenti in Italia

Come riporta Il Corriere della sera, lo stabilimento oggetto del taglio sarà quello di Catania. A renderlo noto sono Jerry Magno, Giuseppe Coco e Alfio Avellino. Segretari generali rispettivamente di Filctem Cgil Catania, Femca Cisl Catania e Uiltec Uil Catania. Questa la loro nota congiunta:

Da oggi (4 febbraio, ndr) partiranno iniziative e mobilitazioni in vista dello sciopero del prossimo 4 marzo. Pfizer non può pensare di depotenziare lo stabilimento di Catania

Ieri (il 3 febbraio) sono stati comunicati 130 esuberi per i dipendenti a tempo indeterminato, a fine febbraio non verrà rinnovato il contratto di 50 contratti di dipendenti di Ramstad che di fatto lavorano per Pfizer e il congelamento di altre 60 posizioni in attesa dell’arrivo di un nuovo macchinario in seguito al quale le unità verranno ridotte a 30

Il comunicato poi entra nei dettagli numeri alla mano:

La Pfizer ha comunicato ai sindacati che per i prossimi 3 anni allo stabilimento catanese sono destinati 26 milioni di euro, ovvero una cifra irrisoria, sufficiente soltanto per la manutenzione degli impianti (…) In ballo non c’è soltanto il destino di tanti lavoratori – affermano i sindacati confederali di categoria – ma tutto il tessuto economico e produttivo di un territorio. Non si può stare in silenzio. Tutti i soggetti coinvolti a vario titolo, intervengano a difesa di questa realtà importante per la Sicilia

Ricevi via mail le news che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice