Multa per i No Vax Over 50 non arriva? Come stanno le cose

Multa per i No Vax Over 50 non arriva? Come stanno le cose

Introduzione

Tra le misure imposte dal Governo Draghi per punire chi ha deciso di non vaccinarsi, oltre a tutto quanto riguarda i divieti di accesso in molti posti (tra cui Banche e Poste) e la sospensione dello stipendio, è stata varata anche una multa una tantum di 100 euro.

La platea dei destinatari della multa sarebbero 1,4 milioni gli italiani che non hanno ricevuto nemmeno una dose del vaccino. Ovvero poco più del 2,3% della popolazione italiana. A questi però si devono aggiungere anche coloro che hanno fatto la prima dose, ma non sono intenzionati a fare la seconda e la terza. Comunque previste per avere il green pass valido. Considerati anche essi, ironia della sorte, dei No Vax.

Una cifra per alcuni simbolica, per altri ingiusta. C’è poi il sospetto che si tratti di sanzioni graduali. Partendo da cento, cifra mediamente accettabile, magari ogni anno si alzerà la posta gradualmente. Quindi, con quella gradualità con la quale da 2 anni ci stanno abituando a tutto e di più.

Tuttavia, intorno alle multe per i No Vax over 50 che hanno deciso di non vaccinarsi, c’è una certa confusione. Tra chi parla ritiene che non arriveranno mai e chi invece crede solo in un ritardo.

Vediamo quali sono gli intoppi.

Multa 50 euro ai No Vax non arriva?

A fare chiarezza è Il Corriere della sera. In pratica, a bloccare il meccanismo è la mancanza dell’elenco di chi andrebbe multato. Il Garante della privacy, infatti, non ha ancora valutato se è legittimo che questi elenchi di No Vax possano essere resi accessibili ad altri soggetti.

E così, Sogei, la società informatica che ha il compito di incrociare i dati e inviare l’elenco al ministero della Salute, non si è ancora mossa.

Multa 50 euro ai No Vax come funziona

Come spiega sempre il giornale di Via Solferino, l’iter burocratico è comunque lungo: prima della sanzione, l’Agenzia invia un avvertimento, che dà 10 giorni di tempo al cittadino per mostrare eventuali giustificazioni alla sua non vaccinazione. Solo in seguito parte la multa vera e propria. Il destinatario, però, ha il diritto di fare ricorso, allungando così i tempi del pagamento.

La beffa potrebbe essere che la multa arriverà quando l’obbligo vaccinale non ci sarà più. Per esempio oltre il 15 giugno. Sebbene c’è chi, con pessimismo ma anche realismo, ritiene che del Green pass e del vaccino, non ce ne sbarazzeremo più.

Ricevi via mail le news che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice