Juventus, Andrea Agnelli lascia con il rammarico Champions

Juventus, Andrea Agnelli lascia con il rammarico Champions

A Mondiali in corso, una notizia eclatante ha scosso il calcio italiano nelle fondamenta. Visto che si tratta del club più vincente, almeno a livello nazionale, ossia la Juventus, e una stirpe che lo guidava da decenni: gli Agnelli. Infatti, Andrea Agnelli ha rassegnato le dimissioni dalla presidenza della Juventus, con tutto il CDA.

Sarà succeduto, almeno nell’immediato, da Gianluca Ferrero. Commercialista, revisore, sindaco e amministratore di varie società.

Andrea Agnelli cosa ha vinto con la Juventus

Come riporta ANSA, l’era di Andrea Agnelli presidente della Juventus finisce dopo 12 anni. Durante i quali ha vinto 13 trofei totali, tra cui 9 scudetti consecutivi. Resterà però l’amarezza della Champions league, sfiorata due volte nonostante anche l’arrivo di Cristiano Ronaldo. Un arrivo però amaro e che ha lasciato molti problemi ai bianconeri (come spiegato qui). In realtà, ad Agnelli manca un trofeo europeo in generale.

Perché Andrea Agnelli si è dimesso

Gli ultimi anni di gestione targata Agnelli sono però stati deludenti. A partire dai due ultimi campionati persi, contro Inter prima e Milan poi, senza peraltro neanche contenderlo.

Ma, soprattutto, l’inchiesta sui bilanci, le ‘manovre stipendi‘, le plusvalenze e le critiche e lo scetticismo della Consob. Per non parlare dei conti pesantemente in rosso, arrivati a -253 milioni quest’anno dopo la perdita di 209 milioni di euro dell’esercizio precedente.

La delusione dei tifosi andava avanti da un po’, per i pochi investimenti in giocatori e il mancato arrivo di un Top Coach sulla panchina (rimasto solo un sogno Guardiola). Al punto da dover digerire pure il ritorno di Massimiliano Allegri.

L’assemblea degli azionisti è slittata prima da fine ottobre al 23 novembre e poi al 27 dicembre.

Le spallate finali sono state date dalle accuse della Procura di Torino e dalle osservazioni della Consob. Il CDA ha chiesto solo a Maurizio Arrivabene di restare nel suo ruolo nella fase-ponte fino al 18 gennaio 2023, quando sarà approvato il nuovo cda.

Chi succederà ad Andrea Agnelli come presidente della Juventus

Come detto, Agnelli sarà sostituito da Gianluca Ferrero, la cui scelta è stata giustificata da Exor per il fatto che possegga una solida esperienza e le competenze tecniche necessarie. Oltre ad essere un grande tifoso della Juventus, il che non guasta mai per un club, in un calcio dove a comandare sono sempre più i grandi fondi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice