Irlanda rischia di sparire per innalzamento mare: le zone interessate

Irlanda rischia di sparire per innalzamento mare: le zone interessate

Anche l’Irlanda rischia di sparire a causa dei cambiamenti climatici, aggiungendosi ad una lunga inquietante lista, che vede coinvolte anche diverse città italiane. La temperatura media è salita di 1,2°C dai tempi preindustriali e le proiezioni parlano di costanti innalzamenti futuri.

Certo, bisogna capire quanto davvero l’uomo stia incidendo sui cambiamenti climatici. Se magari sarebbero avvenuti lo stesso e noi abbiamo dato solo una accelerata (argomento affrontato qui).

Ma torniamo all’Irlanda, paese che mi sta particolarmente a cuore. E scopriamo quali meravigliosi posti rischiano di finire sott’acqua. A partire dalla capitale Dublino.

Irlanda, quali zone rischiano di sparire entro 2050

irlanda zone a rischio acqua
Foto di Climate Central

Come riporta Irish Mirror, le città di Dublino, Clare, Louth, Limerick e Galway sono le più vulnerabili. Proprio la capitale Dublino sarà la più colpita in termini di numero di indirizzi che si prevede saranno colpiti da livelli estremi delle acque costiere.

Il cambiamento climatico ha già iniziato ad avere evidenti conseguenze globali, che vanno dalle frane agli incendi boschivi alle inondazioni in tutto il mondo, e l’Irlanda non fa eccezione.

Waterford e Wexford potrebbero essere nei guai: il rosso significa sott’acqua. I risultati si basano su un aumento della temperatura globale previsto di due gradi. I climatologi si aspettano che ciò avvenga nei prossimi tre decenni.

Il surriscaldamento globale sta provocando l’innalzamento del livello del mare. Questo accade per due ragioni:

  • l’aumento della temperatura del mare sta causando lo scioglimento dei ghiacciai e delle calotte glaciali, il che sta aggiungendo più acqua all’oceano
  • il riscaldamento globale causato dai cambiamenti climatici porta a temperature dell’acqua più calde, che a loro volta provocano l’espansione dell’acqua e l’innalzamento del livello del mare

Con l’innalzamento del livello del mare, alcune parti dell’Irlanda che sono attualmente sulla terraferma potrebbero presto trovarsi a rischio di gravi inondazioni mentre la costa invade l’interno, con alcune aree urbanizzate del paese che dovrebbero addirittura essere completamente sotto il livello del mare nel 2050.

Climate Central, un’organizzazione no-profit con sede negli Stati Uniti che si occupa di notizie sul clima, ha creato questo tracker del livello del mare utilizzando stime raccolte da riviste peer-reviewed.

L’organizzazione avverte che la mappa fornisce stime e dovrebbe essere utilizzata come strumento di screening e non può tenere conto, ad esempio, di un evento di inondazione estremo.

Il rosso rappresenta le aree sott’acqua. La mappa inoltre non tiene conto di fattori come la frequenza o l’intensità delle tempeste future, l’erosione, le inondazioni interne o il modo in cui le precipitazioni e i fiumi possono contribuire al livello del mare.

Le stime inoltre non tengono conto delle misure di protezione del mare come dighe e argini, quindi alcune aree potrebbero essere meno vulnerabili di quanto suggerisca la mappa.

Non sorprende che siano le aree costiere a essere più a rischio nel 2050.

Irlanda sott’acqua entro il 2050: le aree che rischiano

dublino 2050 rischi
Foto di Climate Central

A Leinster, aree come Dundalk, Haggardstown, Carlingford, Annagassan, Baltray, Bettystown e Laytown sono evidenziate in rosso, indicando che potrebbero essere almeno parzialmente al di sotto del livello di inondazione annuale in 30 anni.

Ciò significherebbe che il rischio di inondazioni stagionali e inondazioni dopo i temporali aumenterebbe notevolmente.

Sono a rischio anche ampie fasce costiere nell’area metropolitana di Dublino, come Portmarnock, Donabate, Swords, Howth e Malahide. La mappa indica che l’intera Bull Island, che ha già un delicato ecosistema, è un grave rischio di inondazioni.

A rischio anche le ambitissime zone Dublino 2 e Dublino 4 della capitale, con allagamenti indicati per Ballsbridge, Sandymount e Grand Canal Dock. Le aree rosse si estendono lungo la costa sud di Dublino fino ad aree come Booterstown.

A Munster, le aree all’interno e intorno al fiume Maigue a Limerick, tra cui Adare, Clarina, Creggaun, nonché le aree intorno al fiume Shannon sono a rischio di inondazione nei prossimi dieci anni.

Inoltre, le aree del Kerry, tra cui Listowel e Meevoo, sono state indicate come a rischio.

Anche la contea di Cork City rischia di trovarsi in un momento molto difficile se queste previsioni si realizzassero. Le aree ombreggiate in rosso sulla mappa sono quelle inferiori a quelle previste per l’acqua di mare locale e le protezioni dalle inondazioni costiere.

Ti piace l’Irlanda? Ecco i film più belli girati sull’Isola di smeraldo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice