Halifax, città dove si sente un ronzio da 2 anni: è il 5G?

Halifax, città dove si sente un ronzio da 2 anni: è il 5G?

Hai fretta? Leggi direttamente ciò che ti interessa:

Introduzione

Il 5G che gradualmente si sta diffondendo anche nel nostro Paese, con un’accelerata dovuta alla Pandemia Covid-19, viene spesso incolpata di molte cose. Tra cui il rischio tumore o lo stesso nuovo coronavirus. Ed è anche additata di uno strano fenomeno in quel di Halifax, una località di 82.056 abitanti della contea del West Yorkshire, in Inghilterra. Attualmente inclusa nella più ampia Calderdale.

Ad Halifax, città che ha il nome di un gatto, si sente un ronzio che sembra un acufene. Un rumore costante, un sibilo, fastidioso e di frequenza bassa che sta facendo impazzire gli abitanti. Non tutti lo avvertono ma chi lo sente non se ne riesce più a liberare. Quel suono non si interrompe mai, assicurano “le vittime“, nemmeno di notte.

Essi hanno creato un gruppo Facebook e hanno perfino raccolto firme, fatto appello alla Bbc, scritto una lettera a Boris Johnson. Qual è la causa di quel misterioso rumore?

Halifax e il ronzio causato dal 5G

Come riporta Libero, tra le cause maggiormente additate troviamo proprio il 5G. La tecnologia che dovrebbe rendere le nostre connessioni internet più veloci. Per una struttura web italiana ancora arretrata.

A una giornalista del Financial Times che è andata ad Halifax a indagare sul ronzio (e non lo ha udito), il gestore di un locale, anonimo, ha parlato di un “ripetitore del 5G”. E non è il solo a pensarla così. “È un’allucinazione collettiva“, tagliano corto gli scettici.

La prima a rendere pubblica la vicenda è stata una residente di Bradshaw, sobborgo della città dove sono più frequenti i casi di persone che sentono quello che chiamano “the Hum”. Yvonne Connard, 50 anni, ha sentito per la prima volta il “ronzio” un anno e mezzo fa e non è più riuscita a liberarsene.

Così ha fondato una pagina Facebook che ora raccoglie circa 300 utenti che dicono di udire il “ronzio“, che causa “ansia, insonnia, disperazione, mal di testa, tensione generale, paura di impazzire“.

Perché dovrebbero mentire così? Del resto, l’inquinamento acustico è un fenomeno negativo per la nostra salute che affligge le nostre città.

Tornando al 5G, qui ho riportato le accuse rivolte alla tecnologia riguardo il Covid-19.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice