‘Vaccino anti-Covid ideato per mutilare e uccidere’: intervista choc a ex vicepresidente Pfizer

‘Vaccino anti-Covid ideato per mutilare e uccidere’: intervista choc a ex vicepresidente Pfizer

Mike Yeadon, anche capo scienziato della divisione di ricerca su allergie e vie respiratorie della multinazionale americana, è già finito in passato nella bufera per le sue dichiarazioni.

Dopo l’estate, è tornato il mantra ormai triennale relativo al Covid-19. Si parla così di nuovo di mascherine, distanziamento e vaccini. Mentre in Tv fanno di nuovo la loro comparsa i virologi.

Intanto scuotono le parole di Mike Yeadon, ex vicepresidente di Pfizer fino al 2011, oltre che capo scienziato della divisione di ricerca su allergie e vie respiratorie della multinazionale americana. E’ anche cofondatore ed ex amministratore delegato dell’azienda biotecnologica Ziarco.

Cosa ha detto Mike Yeadon sui vaccini contro il Covid-19

In un’intervista a CHD.ITV Yeadon ha detto senza mezzi termini che:

Sono convinto e lo direi giurando sulla Bibbia, in un tribunale, a un giudice, che queste iniezioni fossero progettate per danneggiare deliberatamente le persone, mutilare e uccidere

E’ possibile ascoltare l’intervista completa al professor Mike Yeadon nel video seguente. I sottotitoli sono in francese ma tutto sommato ciò che dice è intuibile, il passaggio più importante resta comunque quella frase:

Come riporta Wikipedia, Yeadon è già finito nella tempesta mediatica per aver detto che la Pandemia fosse finita nel 2020, dopo la prima ondata, che le mascherine fossero inutili, che le persone vaccinate diventino magnetiche. E, ancora che i vaccini mRNA potrebbero colpire la proteina sincitina-1 necessaria per la formazione della placenta. Oltre al fatto che i bambini avevano50 volte più probabilità di essere uccisi dai vaccini COVID rispetto al virus stesso“.

Ricevi via mail le news che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Carlo Brigante

Mi definisco un "ribelle" del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti