‘Tu pensa il mondo tra 100 anni’: meglio di no, ecco come sarà

‘Tu pensa il mondo tra 100 anni’: meglio di no, ecco come sarà

Lo studio, pubblicato su Astronomy & Astrophysics, ha dato risultati allarmanti, portando la Terra a una situazione molto simile a Venere.

Tu pensa il mondo tra 100 anni” cantava Ron nel brano Vorrei incontrarti fra cent’anni, presentato insieme a Tosca in un Sanremo di diversi anni fa. In effetti, sarebbe meglio di no. Un team di scienziati dell’Università di Ginevra, in collaborazione con gli esperti dei laboratori francesi del CNRS, ha voluto compiere una simulazione per scoprire gli effetti sulla Terra dei cambiamenti climatici. Diciamo pure, accelerando quanto già sta accadendo.

Lo studio, pubblicato su Astronomy & Astrophysics, ha dato risultati allarmanti, portando la Terra a una situazione molto simile a Venere. Pianeta inospitale.

La Terra diventerà come Venere

Come riporta Libero Tecnologia, nella loro simulazione gli astronomi hanno scoperto che il vapore acqueo prodotto dall’evaporazione degli oceani, dovuta al riscaldamento globale, potrebbe agire come un gas serra. Impedendo alla radiazione solare assorbita dal nostro pianeta di essere riemessa verso il vuoto dello spazio.

Basta un piccolissimo aumento della radiazione solare accumulata per causare un incremento della temperatura globale della Terra di poche decine di gradi. Questo, a sua volta, potrebbe essere sufficiente ad innescare il processo irreversibile dell’effetto serra fuori controllo, che porterebbe il nostro pianeta a diventare inospitale come Venere.

Il tutto, potrebbe accadere in modo molto ravvicinato: tra un paio di centinaia di anni, e forse anche meno.

La Terra diventerà come Venere? I tre scenari

Gli scienziati ipotizzano che ciò potrebbe accadere in tre fasi:

  1. progressivo riscaldamento del pianeta, che provoca l’evaporazione sempre più consistente degli oceani superficiali. L’atmosfera si arricchisce così di vapore acqueo, che provoca l’effetto serra impedendo alle radiazioni solari di lasciare la Terra. La temperatura aumenta dunque sempre di più, accelerando l’evaporazione oceanica e la produzione di vapore acqueo, in una spirale disastrosa;
  2. gli oceani sono completamente evaporati: il pianeta affronta così un periodo di transizione secca, durante il quale la temperatura superficiale aumenta drasticamente;
  3. la Terra subisce l’effetto runaway, lo stesso che Venere starebbe sperimentando da almeno 700 milioni di anni, secondo le stime degli esperti. Il termine runaway si adopera in chimica e ingegneria chimica e si riferisce ad una situazione in cui un incremento di temperatura crea delle condizioni che determinano un ulteriore aumento di temperatura. Per cui si genera uno scostamento incontrollato dalle condizioni di equilibrio del sistema.
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Valeria Marano

Appassionata di Gossip e curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice argomenti