Crea sito

Leonardo omosessuale e omicida: la Serie Tv che stravolge la vita del genio

Leonardo è la Serie Tv definita “evento” che sta andando in onda su Raiuno, su Leonardo Da Vinci. Genio del rinascimento, capace di varie invenzioni e di eccellere in tutti i campi.

Del resto, la Co-produzione internazionale è stata imponente. A partire dal cast, che prevede, tra gli altri Aidan Turner, Matilda De Angelis, quest’ultima fresca di successo di un’altra serie Tv, americana, The undoing; a mio avviso però sopravvalutata ed essendo poco superiore a roba tipo CSI Miami, se non fosse che nel cast preveda anche Hugh Grant o Nicole Grant. Ma anche Giancarlo Giannini.

Molto curate anche le scenografie, i costumi, ecc. Buona la risposta del pubblico, con una media di 6 milioni di spettatori.

Non mancano però le polemiche, per le troppe licenze poetiche utilizzate.

Ecco le più clamorose.

Serie Tv su Leonardo: le cose inventate

leonardo serie tv trama

Tiscali sottolinea alcune licenze estreme nella Fiction Leonardo.

Leonardo omicida

Leonardo viene presentato in stato di arresto per omicidio a Milano. Cosa assolutamente falsa. Si tratta più semplicemente di un espediente letterario che permette alla storia di reggersi su un’indagine meticolosa affidata al giovane investigatore del Podestà interpretato da Freddie Highmore.

Ci si è inventati ciò per farci girare intorno tutta la fiction, tra flashback, testimonianze e “visioni”.

Luca Bernabei, tra i produttori della serie, ha così giustificato la scelta:

Abbiamo creato la storia dell’omicidio che serve perché attraverso questa accusa mossa a Leonardo si esplora la sua mente e la sua anima. È un espediente narrativo. La fiction racconta gli spazi bianchi e riempie gli spazi neri. La storia c’è tutta: in ogni puntata racconteremo un suo capolavoro, e anche degli aspetti della sua vita, come l’essere stato abbandonato dal padre

Leonardo era omosessuale?

Nella Fiction Leonardo viene anche raccontato che egli fu arrestato per sodomia e subì una prima udienza il 9 aprile del 1476. Se nella realtà la denuncia fu anonima, nella Fiction a denunciarlo è un rivale della bottega di Verrocchio: il pittore Tommaso. Tuttavia, dato che tra i 4 accusati c’era l’influente Lionardo Tornabuoni il processo si estinse subito.

Nella realtà, però, le accuse di omosessualità rivolte a Leonardo restano contraddittorie. Per esempio il Vasari, biografo contemporaneo a Leonardo, nel celebre “Le vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori” non fa alcun riferimento di sorta alla sessualità di Leonardo. Mentre tra i biografi del XX secolo si fa riferimento alla forte probabilità che fosse omosessuale. Altri studiosi hanno poi invece concluso che per gran parte della sua vita mantenne uno stretto celibato.

Invece, nella Fiction Leonardo lo si vede bruciare di passione nei confronti di Jacopo Saltarelli, un giovane orafo dedito alla prostituzione. Mancano però nella realtà lettere o diari che possano attestare con certezza la sua omosessualità. Così come mancano testimonianze di una relazione stabile con un uomo o una donna.

Serie Tv su Leonardo: il personaggio della De Angelis inventato

leonardo matilda de angelis

Completamente inventato il personaggio di Caterina da Cremona, interpretata dalla talentuosa Matilda De Angelis (a mio avviso l’unica nota positiva di The Undoing). La quale nella serie si innamora solo platonicamente dall’artista e scienziato.

Nella serie sarà proprio la sua morte a mettere nei guai Leonardo, mentre nella realtà Leonardo conobbe una “cortigiana chiamata Cremona” ma non a Firenze ma a Roma nel 1513.

Su quest’ultimo caso, ci può stare l’invenzione di un personaggio funzionale alla storia. Ma arrivare ad inventarsi cose mai accadute è ridicolo. Va bene che una fiction si chiama tale proprio perché reinventa la realtà, al fine di creare un prodotto fruibile per le masse. Ma introdurre cose assurde e imprecise è un’altra cosa. Un po’ quanto accadde con Bohemian Rhapsody, il film sui Queen.

E poi non è detto che bisogna stravolgere la realtà per creare un film o una serie tv. Sono tanti i biopic che restano fedeli alla cronaca ma lo stesso sono coinvolgenti ed onirici. Come il film su Chaplin con Robert John Downey Jr. o La vie en rose su Edith Piaf.

Serie Tv su Michelangelo come sarà

In un’intervista a RTL102,5 Luca Bernabei ha già annunciato che ci sarà una seconda serie su Leonardo. Ma anche su un altro genio del Rinascimento come Michelangelo, con la Fiction che si incentrerà soprattutto sul rapporto tra lui e il Papa durante la realizzazione del Giudizio Universale nella cappella Sistina.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.