Covid-19, il piano di Draghi: cosa ci aspetta

Qual è il piano Draghi contro il Covid-19? Governo nuovo, lotta al covid nuova si dirà. Beh, insomma. Visto che sostanzialmente ci ritroviamo sempre gli stessi personaggi che da quasi un anno ci stanno dicendo cosa fare, tra continui cambi in corsa. A partire dal Ministro della salute Roberto Speranza.

Nel suo discorso di insediamento, Mario Draghi ha posto il Covid-19 tra le tre priorità del suo governo. Insieme alla digitalizzazione del sistema Italia e ad una svolta green più accelerata. La prima vuol dire 5G a gogo e non a caso è stato messo in quel ruolo uno come Vittorio Colao. Mentre per la seconda è stato addirittura istituito un Ministero della “transizione ecologica“, voluto fortemente dai Cinquestelle. Una invenzione di Grillo per giustificare il suo ennesimo voltafaccia.

Ma tornando alla strategia del Governo Draghi sul Covid-19, cosa ci aspetta? Cerchiamo di capirlo di seguito.

Piano Draghi Covid-19 qual è

piano governo draghi covid-19

Ecco quale potrebbe essere il piano Draghi contro Covid-19 stando a quanto riporta Virgilio:

Confermata Italia divisa in zone

Il nuovo esecutivo dovrebbe continuare nella divisione del paese in zone diverse di rischio, identificate in 3 colori: rosso, giallo ed arancione. A cambiare però potrebbe essere la soglia di ingresso nelle fasce: attualmente con l’Rt a 1 si entra in fascia arancione e con 1,25 si va in fascia rossa.

Da decidere la riapertura di diverse attività

Più delicata la scelta di far riaprire quelle attività additate come pericolose. Per esempio le palestre, le piscine, i bar e ristoranti la sera, ecc. Il 5 marzo scade il DPCM e nessuna indiscrezione è ancora emersa in merito.

Campagna vaccinale senza primule

Riguardo la campagna vaccinale, Draghi starebbe pensando di lasciar perdere le “primule volute da Arcuri per recuperare i ritardi accumulati. Ci sarebbe un maggior coinvolgimento della Protezione civile e del genio militare per mettere in atto un intervento tempestivo nelle regioni che rischiano di accumulare ulteriori rinvii. Potrebbero essere utilizzati hangar, palestre e caserme. Si starebbe pensando a Bertolaso come figura di coordinatore nazionale, attualmente ruolo che ricopre per la regione Lombardia.

Arcuri confermato ma con ruolo ridimensionato

Il discusso Domenico Arcuri dovrebbe restare al suo posto, ma, come detto, Draghi starebbe pensando di affidare alla Protezione Civile il supporto per la distribuzione delle dosi del vaccino alle singole regioni. Arcuri dovrebbe occuparsi quindi solo dell’approvvigionamento delle dosi.

Piano Draghi per Covid-19 come modello tedesco?

piano draghi covid-19 modello tedesco

Si è anche parlato di un piano Draghi contro il Covid-19 simile al modello tedesco. Ma in cosa consiste?

Come spiega FanPage, la Germania è in lockdown da metà dicembre. Anche se si tratta di un lockdown meno rigido di quello adottato nel nostro paese tra marzo ed aprile dello scorso anno. Ma che comunque ha dato i suoi frutti, portando il numero dei contagi medi giornalieri sotto i 10mila.

La chiusura generalizzata è stata estesa, per il momento, fino al 7 marzo, ma non è esclusa un’ulteriore proroga.

In Germania attualmente sono chiusi i negozi, i bar, i ristoranti (ma è possibile l’asporto), i centri benessere e i parrucchieri, oltre a tutti i servizi non essenziali. Il primo marzo, però, riapriranno i parrucchieri.

Spostamenti consentiti solo per una passeggiata o per andare al lavoro. Ci si può incontrare con una persona al di fuori del proprio nucleo di familiari/conviventi. Divieto di indossare le mascherine fatte in case e le scuole sono chiuse almeno fino a marzo.

In realtà, anche la Germania è divisa in regioni, i Land, che sono quasi degli stati, dove ognuno applica sfumature diverse più o meno rigide. Lo Stato ha poi chiuso i suoi confini con la Repubblica Ceca e la regione austriaca del Tirolo.

La Germania però può permettersi chiusure generalizzate e più lunghe rispetto a noi. Che usciremo da tutto ciò ancora più devastati di come eravamo.

Una risposta a “Covid-19, il piano di Draghi: cosa ci aspetta”

  1. Caro Draghi non sei e mai sarai come Conte, che anche se è stato premier per poco tempo ha lasciato un segno indelebile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice