QUARANTACINQUE ANNI FA IL PRIMO UOMO SULLA LUNA: I DUBBI MAI FUGATI

TANTI GLI INTERROGATIVI CHE ACCOMPAGNANO QUESTO EVENTO DA ALLORA

Quarantacinque anni fa l’uomo approdava per la prima volta sulla Luna, con Neil Armstrong, comandante dell’Apollo 11; l’ultimo fu invece Eugene Cernan, nel dicembre 1972. Gli USA battevano così l’URSS nella corsa alla conquista lunare, dopo che vi era stato ivi l’invio di alcune sonde prive di equipaggio umano, tra il ’59 e il ’66 (anche di una sovietica, nel ’66) per perlustrare il satellite.
I dubbi legati a quell’evento non sono mai stati fugati. Li riassumevo in un post scritto in occasione del quarantesimo anniversario: http://lucascialo.blogspot.it/2009/07/il-primo-falso-sulla-luna.html

0 Risposte a “QUARANTACINQUE ANNI FA IL PRIMO UOMO SULLA LUNA: I DUBBI MAI FUGATI”

  1. Se è per questo la Luna è piena di sonde e altri aggeggi fatti atterrare lì dalla Nasa(e anche dalla Russia,visto che era una gara in velocità tra loro due la "conquista" della Luna) molto prima che l'uomo ci "mettesse" piede,così come adesso su Marte è pieno di sonde e robottini comandati in automatico dalla Terra.Quindi il fatto che lì ci sia la base di un modulo non significa e non giustifica proprio nulla.E di basi di moduli sulla luna dovrebbero essercene parecchie visto che l'uomo "è stato" più volte sulla luna,ma si continua a parlare solo di "quella base"…

  2. come mi giustifichi la presenza della base del modulo tutt'ora li' a testimoniare la partenza del Lem dalla luna? è li da 45 anni,appunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice