NIENTE PAURA…TORNA LIGA

Dopo 11 album (di cui 8 d’inediti), anche Ligabue si decide di pubblicare un “Best of” della sua carriera, una raccolta di incisi rispetto alle precedenti composte da canzoni suonate dal vivo (“Tra palco e realtà” e “Giro d’Italia”). Anche in questo si è voluto distinguere, visto che altri cantanti pubblicano raccolte anche dopo solo i primi 3 album della carriera o rivisitando di continuo vecchi successi (eclatante il caso di artisti tipo Baglioni, Pezzali o i Nomadi).

Le particolarità di questa raccolta sono 2 (di qui il nome “Ligabue-Primo tempo/Secondo tempo”): la raccolta conterrà un CD con 16 canzoni dei primi 5 album (da Ligabue del 1990 a Buon compleanno Elvis del 1995) e 2 inediti, e un DVD con 16 video relativi alle canzoni di questi album, mentre a maggio uscirà il secondo CD e DVD con le canzoni e i video degli successivi (cioè da “Su e giù da un palco” del 1997 a Nome e Cognome del 2005). Infatti, il secondo particolare di questa raccolta è proprio il fatto che uscirà in due volte (novembre e maggio dell’anno prossimo), in una sorta di scomposizione della sua carriera in 2 tempi.
In questi giorni a Roma e a dicembre a Milano, Ligabue terrà dei concerti nei palasport, con alcune particolarità che non ha voluto anticipare, rimandando i fans al concerto stesso.
Le raccolte conterranno anche degli inediti, e in questo primo CD sono “Niente paura” e “Buona notte all’Italia”. La prima parla del tempo che passa, portando con sé delusioni ma anche successi, e la seconda che invece è dedicata all’Italia, tra problemi e speranze.
Da vecchio e instancabile fan mi riprometto di acquistarli entrambi, malgrado il prezzo di listino come al solito alto di 22 euro a cofanetto, anche se essendo un CD e un DVD, poteva andarci peggio. Mentre al concerto non ci andrò, perché necessitava di un’organizzazione e un esborso economico non del tutto trascurabile. Tuttavia, sono scattati, da buon fan, i primi rimorsi, che aumenteranno quando vedrò le immagini del concerto, vabbè…
Artista poliedrico, il Liga si è cimentato oltre che nella musica, anche nel Cinema e nella narrativa, oltre a sfornare concerti in tutta Italia. Tant’è che uno di questi, a Campovolo, resta il più numeroso come presenze tra pubblico e addetti ai lavori tenutosi in Europa, ben 170 mila.
Il suo miglior album per me resta “Buon compleanno Elvis!”, album che lo ha portato alla ribalta; ma come tanti altri cantautori, dopo il successo tende un po’ all’appiattimento e alla scarsa prova nel cambiare. Comunque non boccio nessun suo lavoro discografico, e anche cinematografico, mentre quelli narrativi non li ho esplorati, leggendo qualcosina di qua e di là, quindi non mi esprimo.
Allora vai Liga…Come dici tu NIENTE PAURA! Avrai soddisfazioni anche da questi album e concerti.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice