Legge Bersani: come ottenere classe agevolata

Con l’intento di agevolare le famiglie che possiedono più auto e per sollecitare il mercato automobilistico, il Governo Prodi introdusse nel 1996 la cosiddetta La Legge Bersani (DL n° 223 del 4 luglio 2006), perfezionata poi con la Legge Bersani bis del 2007. Che porta il nome del Ministro dello sviluppo di quell’esecutivo (lo stesso che oggi all’interno del Pd è in guerra con Renzi), e che all’epoca varò una riforma atta a liberalizzare diversi mercati, con risultati alterni. Quanto al settore delle assicurazioni, tra quelli su cui la riforma ha inciso di più, grazie a questo decreto si può assicurare un’auto o una moto con la stessa classe di merito di un veicolo già in nostro possesso, o di un altro mezzo appartenente ad un membro del proprio nucleo familiare. Tralasciando gli altri aspetti comunque positivi della riforma sulle assicurazioni, qui ci occupiamo di come usufruire della Legge Bersani Assicurazioni per l’acquisizione di una classe di merito di un proprio familiare che rientra nello stesso nucleo familiare. L’aspetto che preme di più, alla luce delle tariffe esasperate a cui si è arrivati soprattutto in certe zone del Paese (Napoli in primis).

Quali sono i requisiti per beneficiare della Legge Bersani sulle Assicurazioni?

legge bersani in costa consiste
La legge Bersani consente di acquisire la classe di merito di un convivente

Quali sono i requisiti per beneficiare della Legge Bersani sulle Assicurazioni? Innanzitutto occorre essere conviventi, il solo fatto di essere parenti non basta. Il vantaggio più grande e più conosciuto della Legge Bersani sull’assicurazione auto è la possibilità di acquisire la classe di merito di un familiare convivente. Si tratta di un enorme vantaggio soprattutto per i neopatentati.

Quando acquisti un veicolo, nuovo o usato non fa differenza, e lo assicuri per la prima volta, in teoria devi partire dalla classe di merito 14, la più costosa. Grazie alla Legge Bersani puoi invece assicurare il nuovo veicolo con la stessa classe di merito di un altro mezzo già in tuo possesso o appartenente ad un membro del tuo Stato di Famiglia (non è necessario essere parenti).

Perché tu possa acquisire la classe di merito di un tuo familiare grazie alla Legge Bersani si devono verificare le seguenti condizioni:

  • gli intestatari dei veicoli devono essere persone fisiche;
  • la persona che ti trasmette la classe di merito deve essere un tuo convivente e far parte quindi del tuo stesso Stato di Famiglia;
  • i veicoli non devono già essere stati assicurati da te o da un membro del tuo nucleo familiare: il contratto assicurativo, in altre parole, deve essere nuovo dopo immatricolazione o voltura;
  • il veicolo da assicurare deve essere aggiuntivo rispetto ad almeno un altro mezzo presente nel nucleo familiare, non importa se dello stesso proprietario o di un suo convivente;
  • i due veicoli devono essere dello stesso tipo: è possibile quindi trasferire la classe di merito solo da un’auto a un’altra auto, da una moto ad un’altra moto e via dicendo;
  • il veicolo che cede la classe di merito deve essere ovviamente coperto da regolare assicurazione.

Anche se di solito ad usufruire della Legge Bersani sono i neopatentati, o comunque gli automobilisti che non hanno un passato da assicurati, anche chi è già stato assicurato può beneficiarne. Come già detto, però, non devono essere trascorsi più di 5 anni dalla scadenza dell’ultima polizza, periodo oltre il quale l’attestato di rischio e la classe di merito precedente perdono validità.

Cosa occorre per beneficiare della Legge Bersani sulle Assicurazioni

La legge Bersani non conviene a tuttiSe vuoi beneficiare del Decreto Bersani per ereditare la classe di merito di un altro membro del tuo nucleo familiare devi semplicemente comunicarlo alla compagnia assicurativa alla stipula della polizza. Per dimostrare di possedere i requisiti necessari dovrai ricordarti di portare con te l’attestato di rischio della persona da cui vuoi ereditare la classe di merito e lo Stato di Famiglia rilasciato dal tuo Comune di residenza, ovvero il documento che accerta che fate parte dello stesso nucleo familiare.

Legge Bersani sulle Assicurazioni: a chi non conviene

legge bersani assicurazioni
La Legge Bersani è stata pensata anche per sollecitare il mercato delle auto

Una classe di merito ereditata grazie alla Legge Bersani sull’assicurazione costerà sempre di più rispetto a una classe naturale. I primi fortunati ad aver beneficiato della Legge Bersani del 2007 potevano assicurare la nuova vettura allo stesso prezzo del convivente da cui avevano ereditato una CU 1, il quale ha impiegato come minimo 13 anni per raggiungerla.

In seguito, le tariffe sono state (giustamente) differenziate: una CU 1 acquisita grazie al Decreto Bersani costa più di una CU 1naturale, ma comunque meno della 14esima classe. Giustamente, perché chi usufruisce della Bersani potrebbe essere verosimilmente il figlio neopatentato di un guidatore che non ha causato incidenti negli ultimi 13 anni. Proprio per questo motivo c’è l’obbligo di segnalare nell’attestato di rischio se la classe di merito è naturale o ereditata.

La differenza di prezzo dipende dal fatto che sono diversi i fattori che incidono sul calcolo del premio assicurativo: la classe di merito non è che uno fra tanti. Altri fattori sono infatti l’anzianità di patente e il numero passato di incidenti, che nel caso della Bersani non sono noti, poiché non si eredita anche lo storico dei sinistri.

Legge Bersani: conviene sempre usufruirne?

legge bersani
La classe acquisita non avrà però lo stesso prezzo di quella normale

La Legge Bersani non conviene sempre, a causa della differenza di prezzo tra una CU naturale e una CU ereditata. A fare la differenza è soprattutto la classe di merito che si intende acquisire da un membro del proprio nucleo familiare. Una CU 1 ereditata è più vantaggiosa di una CU 14 naturale, motivo per cui in questo caso ti conviene usufruire della Legge Bersani sulle assicurazioni. Se invece il convivente ha una classe di merito 12, ad esempio, non è detto che una CU 12 acquisita sia più conveniente di una classe 14 naturale. Meglio quindi farsi due conti e valutare caso per caso se effettivamente usufruire della Bersani è la scelta migliore.

A questo proposito ti conviene confrontare più di un preventivo di assicurazione auto, sia partendo da una classe di merito 14 naturale che dalla CU che vorresti ereditare, assicurandoti però di considerare i prezzi per una CU non naturale, ma acquisita. Purtroppo le assicurazioni hanno il potere di aumentare la tariffa della classe di merito ereditata e ciò è una falla della legge (solo nel primo anno dall’entrata in vigore il prezzo era identico).

Legge Bersani sulle Assicurazioni: quanto dura? Le aziende possono farla?

Quanto alla prima domanda, una volta ereditata la classe di merito grazie alla Legge Bersani, essa ti seguirà a vita. Ma anche qui le assicurazioni hanno autonomia, per cui alcune ne tengono conto per sempre, altre cancellano la segnalazione dopo un tot di anni.

Quanto alla seconda domanda, la risposta è No. A meno che non si tratti di ditte individuali nominali.

Per altri quesiti e curiosità rimando al sito Wired, che ha pubblicato un post molto interessante.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice