LA GIUNTA DE MAGISTRIS TUTELA IL CENTRO STORICO

LA GIUNTA DE MAGISTRIS TUTELA IL CENTRO STORICO

IL PROGETTO DI UNA MAXI AREA A “TRAFFICO LIMITATO” E LA CHIUSURA DI ALCUNE STRADE PER USO ESCLUSIVAMENTE PEDONALE, PARTIRA’ DA FINE LUGLIO E SARA’ COMPLETATO ENTRO OTTOBRE

E’ nel programma, e il neo Sindaco di Napoli de Magistris non vuole certo venire meno ad uno dei punti più importanti per la valorizzazione urbanistica e culturale del centro-storico. Ovvero, l’avvio di una maxi area a traffico limitato e la creazione di nuove aree pedonali nel centro storico di Napoli.


Il progetto, presentato dall’assessore comunale alla Mobilità, Anna Donati, sarà inviato alle Municipalità e illustrato alle associazioni dei commercianti, alle categorie e a tutte le associazioni del Centro storico, che saranno consultate sul pacchetto di provvedimenti.

LE AREE INTERESSATE – L’obiettivo è «ridurre l’inquinamento acustico e atmosferico, la congestione e il traffico di automobili, la sosta abusiva, l’uso illegale delle corsie preferenziali, migliorare la velocità del trasporto pubblico e aumentare gli spazi a disposizione dei pedoni per far tornare a respirare l’area centrale della città», spiega una nota del Comune.
Il pacchetto di provvedimenti sarà attuato in modo progressivo a partire da fine luglio, per essere pienamente realizzato nel mese di ottobre, «quando il traffico è ancoar ridotto ed è possibile informare ed abituare i cittadini sulle nuove regole», spiega Donati.
Novità della nuova maxi Ztl è l’inclusione di via Duomo, che sarà dedicata al trasporto pubblico, ai residenti e ai veicoli per il carico e lo scarico merci, valorizzando l’area storica del Duomo e la vocazione commerciale della via.
Il perimetro è quello greco-romano del Centro storico e sarà delimitato dalle seguenti strade: Via Pessina, via Broggia, via Costantinopoli, piazza Cavour, via Foria, via Domenico Cirillo, via S. Giovanni a Carbonara, via Concezio Muzii, via Pietro Colletta, Corso Umberto I, piazza Nicola Amore, Corso Umberto I piazza Bovio, via Guglielmo Sanfelice, via Monteoliveto, via S. Anna dei Lombardi, via Toledo, piazza Dante.
La Ztl sarà protetta dal traffico dalle ore 7 alle 18, e gli spostamenti saranno assicurati ai residenti dell’area, ai mezzi pubblici, ai diversamente abili, ai veicoli per carico e scarico delle merci e per operazioni di manutenzione, ai motoveicoli Euro 3 ed Euro 4, e ai mezzi di soccorso ed emergenza.

MIGLIORAMENTO DEI TRASPORTI PUBBLICI – Verrà istituita una nuova linea di bus navetta (C55) sul percorso stazione metro Piazza Cavour, Museo, via Pessina, piazza Dante, piazza Carità, via Diaz, piazza Bovio, corso Umberto, Piazza Nicola Amore, via Duomo, via Foria, piazza Cavour con tempi medi di attesa di circa 10 minuti.
Il servizio di collegamento sarà assicurato con mezzi ecologici di ultima generazione, a garantire l’avvicinamento, l’attraversamento e la circumnavigazione del Centro Storico. Il pacchetto di provvedimenti prevede l’stituzione di nuove aree pedonali nei Decumani, cuore del Centro storico di Napoli: le strade individuate sono via Francesco del Giudice/Pietrasanta, Largo Proprio d’Arianello, via Donnaromita, via Giovanni Palladino, via Giuseppe Orilia, vico San Marcellino e piazzetta Nilo.
Un aumento, spiega l’assessore Donati, «del 30% rispetto alla pedonalità attuale». Annunciati anche interventi di «risistemazione di Piazza Garibaldi, una ripulitura che prevederà l’avvicinamento dello stazionamento del pullman R2 alla Stazione centrale e un percorso pedonale chiuso e protetto da tutti gli abusi», conclude la Donati.

Oltre all’aspetto, non meno importante, legato alla viabilità, bisognerà anche avviare un serio progetto di valorizzazione culturale dei beni che si trovano nel cuore del centro storico. Il quale pullula di chiesette risalenti al 1200-1300 abbandonate a sé stesse, malgrado il loro inestimabile valore culturale e storico. Ma la Giunta da poco insediatasi sta pensando e penserà anche a ciò.

(Fonte: Il Mattino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice