Elenchi telefonici, un inutile costo in bolletta: quanto paghiamo e come disdirli

Elenchi telefonici, un inutile costo in bolletta: quanto paghiamo e come disdirli

MALGRADO IL DIGITALE IMPERANTE, Ancora una volta negli ultimi mesi c’è stata la distribuzione degli elenchi telefonici, con la consegna addebitata in bolletta. Ma si può chiedere di essere esentati
Nell’era del digitale e del virtuale imperanti, ci vengono ancora consegnati i tradizionali elenchi telefonici cartacei. Libroni che tutt’al più finiscono nella carta da riciclare o in qualche cassetto o mobile e che ritroviamo con sorpresa dopo anni. Al di là dello spreco della carta per produrli, comportano anche un aggravio in bolletta di cui potremmo tranquillamente fare a meno. A quanto  ammonta? E come possiamo disdirli?

QUANTO CI COSTANO – La cosa che in pochi sanno è che le società di telecomunicazioni da qualche anno inseriscono in bolletta un compenso per la consegna degli elenchi, pari a un corrispettivo variabile a seconda dei gestori, da 1,17 a 3 euro per ogni linea fissa: lo spiega ne dettaglio un interessante articolo di DDAY.it, chiarendo anche che questo compenso è stato automaticamente applicato a tutte le vecchie utenze senza la richiesta di un assenso esplicito.
Pochi euro all’anno, certo; spiccioli che non stravolgono il bilancio familiare neppure dei meno abbienti. Ma – tenendo conto degli oltre 20 milioni di linee presenti in Italia – si tratta pur sempre di un salasso cumulato per le tasche dei cittadini di 30-40 milioni di euro all’anno che proprio – visto anche il non-servizio al quale corrispondono – si fa fatica davvero a giustificare.
COME EVITARLI – Questo extra costo, di cui si accorgono solo coloro che “spulciano” le bollette telefoniche con attenzione, lo pagano tutti gli intestatari di linee telefoniche fisse tranne coloro che fanno esplicita richiesta di non ricevere gli elenchi: per farlo, a seconda dei gestori, la procedura può essere più o meno semplice. Per TIM basta una telefonata; Fastweb richiede un’email; altri gestori una raccomandata, che rischia di costare più del contributo stesso dal quale si vuole sfuggire.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice