ARRIVANO I BAGNANTI E IL MARE MAGICAMENTE DIVENTA MARRONE, LO STRANO CASO DI CASTEL VOLTURNO

ARRIVANO I BAGNANTI E IL MARE MAGICAMENTE DIVENTA MARRONE, LO STRANO CASO DI CASTEL VOLTURNO

L’ACQUA SECONDO I TESTIMONI E’ STATA TRASPARENTE FINO A INIZIO LUGLIO. AD INCIDERE FORSE GLI INTERESSI DEGLI ACQUAPARK NEI PARAGGI
Un fenomeno naturale così non se lo spiegherebbe nemmeno il più grande scienziato naturalista del Mondo: un mare pulito per tutto l’anno, eccetto, stranamente, luglio e agosto; proprio quando serve di più. E’ quello di Castel Volturno. Un mare, secondo i testimoni, pulito fino a inizio luglio e ora marrone.
Certo, ad incidere anche la massa accorsa a cercare refrigerio dal caldo nonché le alte temperature che aumentano la presenza di alghe. Inoltre, qui trovano sbocco canali notoriamente inquinati, quali i Regi lagni e il fiume Volturno. Ma entrambe le giustificazioni vengono a cadere. Le prime, perché tutti i mari in estate sono più caldi e affollati; eppure in pochissimi diventano marroni come quello. Forse nessuno. La seconda, dovrebbe essere inquinato tutto l’anno, visto che quei canali ivi defluiscono tutto l’anno. E allora?

E SE SI FACESSERO GLI INTERESSI DEGLI ACQUAPARK? – Possibile che puntualmente, ogni anno ai primi di luglio, scompaiano tutte quelle poche attività virtuose dei pubblici amministratori e l’acqua del mare che bagna le spiagge soprattutto della zona sud, a Ischitella e Pinetamare, inizia giorno dopo giorno a intorbidirsi ed avere un aspetto decisamente poco invitante per l’immersione?! E se si facesse il gioco degli Acquapark che si trovano tra Napoli Nord e il casertano, i quali accolgono quanti non si fidano del mare che bagna le coste di quelle zone? Certo, la clientela non gli mancherebbe comunque, ma sono affollatissimi quasi tutti i giorni, anche in settimana. Non dimentichiamo anche la bufala delle bolle piene di vermi di qualche anno fa…
O ancora, per favorire lidi delle altre località contigue.
Ogni anno si ripete sempre la stessa storia. In pochi si lamentano, in tanti si rassegnano. Visto che la crisi già ci costringe ad accontentarci di andare al mare nei paraggi, almeno ce lo facessero trovare in buone condizioni. Del resto non ce lo regalano, visto che i lidi per la balneazione si pagano molto cari.
(Fonte: Il Mattino
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice