IN GRAN BRETAGNA UN TERZO DEI DIVORZI E’ CAUSATO DA FACEBOOK

Data ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2020

A DIRLO IL SITO DIVORCE-ONLINE, CHE OFFRE ASSISTENZA ALLE COPPIE IN PROCINTO DI SEPARARSI
“Tra moglie e marito non metterci il dito”. E Facebook. Che i social network e le chat in generale siano da anni tra le principali cause di litigi per le coppie, è un fatto noto; ma ora ce lo conferma anche un sito (Divorce-Online) che si occupa proprio di divorzi. I dati sono relativi alla Gran Bretagna, ma come spesso accade, il mondo anglosassone anticipa fenomeni che poi si estendono anche agli altri Paesi europei; dunque pure il nostro.

GALEOTTO FU FACEBOOK… “Facebook è diventato il mezzo primario di comunicazione – spiegano gli autori della ricerca, eseguita su un campione di 5.000 richieste – ed è il posto più facile dove avere un’avventura extraconiugale. Le persone devono stare più attente a quello che scrivono, anche perché le corti stanno iniziando a usare i post come fonte di prova”. Secondo le cifre presentate, Facebook è citato fra i responsabili nel 33% dei divorzi (la cifra era del 20% nel 2009), mentre gli altri social network come Twitter non arrivano allo 0,5%.
I TRE FATTORI PRINCIPALI – Tre sono i comportamenti più comuni usati come prova: messaggi inappropriati mandati a persone dell’altro sesso; commenti maligni postati sul proprio partner, soprattutto nel caso di coppie separate; soffiate sul comportamento del marito o della moglie fatte da amici di Facebook.
(Fonte: Ansa)
/ 5
Grazie per aver votato!

0 Risposte a “IN GRAN BRETAGNA UN TERZO DEI DIVORZI E’ CAUSATO DA FACEBOOK”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice