AUTOMOBILE, UN MEZZO DI TRASPORTO SENZA FUTURO?

I GIOVANI LA PREFERISCONO SEMPRE MENO. EPPURE PER DECENNI E’ STATO SIMBOLO DI INDIPENDENZA, UNA SOSPIRATA AMBIZIONE
Sarà per la crisi, sarà per il caos che sempre più funesta i centri urbani, sarà per il naturale cambiamento delle consuetudini sociali, fatto sta che ai giovani usare l’auto piace sempre meno. La tendenza degli ultimi anni è impressionante, al punto che qualcuno mette anche in dubbio il futuro di questo mezzo di trasporto simbolo per decenni dell’indipendenza acquisita con l’età adulta. In alcune grandi capitali come Berlino e New York il fenomeno è già vistoso. Si preferisce utilizzare il sistema del “car-sharing”, ossia condividere l’auto tra più persone. Il quale inizia a piacere sempre più anche agli over 40, single o sposati che siano.

IL FENOMENO TRA GLI AMERICANI E I TEDESCHI – I produttori di auto americani sono preoccupati perché i millennial – i giovani nati tra la fine degli anni ottanta e i primi anni duemila – non sembrano essere interessati a possedere una macchina. Molti analisti hanno notato come i ragazzi si preoccupino più di comprare l’ultimo smartphone o l’edizione di un videogioco, che ottenere la patente. Così, per stare al passo coi tempi, le case automobilistiche inseriscono nelle auto elementi sempre più tecnologici (display, tablet,accessi USB per smartphone).
Un altro fattore che preoccupa i produttori di auto è il fatto che le nuove generazioni hanno più probabilità, rispetto alle generazioni passate, di vivere in una comunità urbana. Ciò significa dover considerare anche la concorrenza dell’utilizzo dei mezzi pubblici e di sistemi di condivisione dell’auto.
L’auto usata fuori dalla zone urbane significa libertà di spostamento, mentre in città significa stress, traffico e fatica per la ricerca di un parcheggio. Quindi, in un centro urbano anche medio-piccolo, scegliere di spostarsi a piedi, in bici o con la metropolitana diventa più economico e salutare che spostarsi in auto.
A New York il car-sharing riguarda il 56 per cento delle persone. A Berlino il 46% delle persone preferiscono non utilizzare l’auto. Sta salendo anche l’età media degli acquirenti di veicoli nuovi: si è passati dai 46 anni del ’95 ai 52 anni del 2013.

(Fonte: Tuttogreen)
/ 5
Grazie per aver votato!

0 Risposte a “AUTOMOBILE, UN MEZZO DI TRASPORTO SENZA FUTURO?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice