Vaccino Covid: aumento inquietante di patologie tra militari Usa

Vaccino Covid: aumento inquietante di patologie tra militari Usa

Introduzione

Il senatore Ron Johnson (R-Wis.), membro di rango della Sottocommissione permanente per le indagini, ha inviato una lettera al segretario del Dipartimento della Difesa (DOD) Lloyd Austin evidenziando le segnalazioni di tre informatori del DOD sulle patologie in aumento tra i militari sottoposti al vaccino COVID-19.

Alla tavola rotonda del 24 gennaio intitolata COVID-19: A Second Opinion, il senatore ha ascoltato una testimonianza sui dati di un database DOD che mostrano aumenti drammatici delle diagnosi mediche tra il personale militare.

Il senatore ha scritto:

Sulla base dei dati del database di epidemiologia medica della difesa (DMED), Thomas Renz, un avvocato che rappresenta tre informatori del Dipartimento della Difesa (DoD), ha riferito che questi informatori hanno riscontrato un aumento significativo delle diagnosi registrate su DMED per aborti spontanei , cancro e molte altre condizioni mediche nel 2021 rispetto a una media quinquennale dal 2016 al 2020. Ad esempio, alla tavola rotonda Renz ha affermato che le diagnosi registrate per problemi neurologici sono aumentate di 10 volte da una media quinquennale di 82.000 a 863.000 nel 2021

Il senatore Johnson ha anche espresso preoccupazione per il fatto che “alcuni dati DMED che mostravano diagnosi registrate di miocardite fossero stati rimossi dal database“.

Vediamo nel dettaglio i dati inquietanti sulle controindicazioni che il vaccino contro il Covid-19 sta provocando sul personale militare americano.

Effetti avversi del vaccino Covid-19 sui militari americani

Come riporta il Senatore Johnson sul proprio sito ufficiale, il 24 gennaio 2022 ha tenuto una tavola rotonda con medici ed esperti medici di fama mondiale che hanno condiviso le loro prospettive sull’efficacia e sulla sicurezza del vaccino COVID-19 e sulla risposta generale alla pandemia.

A quella tavola rotonda, ha sentito la testimonianza di Thomas Renz, un avvocato che rappresenta tre informatori del Dipartimento della Difesa (DoD), che ha rivelato informazioni inquietanti riguardo a un drammatico aumento delle diagnosi mediche tra il personale militare. La preoccupazione è che questi aumenti possano essere correlati ai vaccini COVID-19 che i militari (sia uomini che donne) americani sono stati incaricati di assumere.

Sulla base dei dati del Defense Medical Epidemiology Database (DMED), Renz ha riferito che questi informatori hanno riscontrato un aumento significativo delle diagnosi registrate su DMED per aborti spontanei, cancro e molte altre condizioni mediche nel 2021 rispetto a una media di cinque anni dal 2016-2020 .

Ad esempio, alla tavola rotonda Renz ha dichiarato che le diagnosi registrate per problemi neurologici sono aumentate di 10 volte da una media quinquennale di 82.000 a 863.000 nel 2021.

Ci sono stati anche aumenti delle diagnosi registrate nel 2021 per le seguenti condizioni mediche:

  • Ipertensione: aumento del 2.181%.
  • Malattie del sistema nervoso: aumento del 1.048%.
  • Neoplasie maligne dell’esofago – aumento dell’894%.
  • Sclerosi multipla: aumento del 680%.
  • Tumori maligni degli organi digestivi – aumento del 624%.
  • Sindrome di Guillain-Barre: aumento del 551%.
  • Cancro al seno: aumento del 487%.
  • Demielinizzante – aumento del 487%.
  • Tumori maligni della tiroide e di altre ghiandole endocrine – aumento del 474%.
  • Infertilità femminile: aumento del 472%.
  • Embolia polmonare – aumento del 468%.
  • Emicrania: aumento del 452%.
  • Disfunzione ovarica – aumento del 437%.
  • Cancro ai testicoli: aumento del 369%.
  • Tachicardia: aumento del 302%

Renz mi ha anche informato che alcuni dati DMED che mostravano diagnosi registrate di miocardite erano stati rimossi dal database. A seguito dell’accusa di falsificazione dei dati DMED, le ho immediatamente scritto il 24 gennaio chiedendole di conservare tutti i record riferiti, relativi o segnalati a DMED. Devo ancora sapere se hai ottemperato a questa richiesta.

Il Dipartimento della difesa americano sta nascondendo i dati?

Alla tavola rotonda, Renz ha rivelato i nomi dei coraggiosi informatori che hanno scoperto queste informazioni in DMED: Drs. Samuel Sigoloff, Peter Chambers e Theresa Long. Qualsiasi azione di ritorsione intrapresa nei confronti di queste persone non sarà tollerata e sarà immediatamente indagata. Al fine di comprendere meglio cosa, in caso di consapevolezza, il Dipartimento della Difesa ha sulle lesioni da vaccino COVID-19 ai membri del servizio, chiedo di fornire le seguenti informazioni:

A questo punto, Johnson si chiede:

il Dipartimento della Difesa è a conoscenza dell’aumento delle diagnosi registrate di aborti spontanei, cancro o altre condizioni mediche in DMED nel 2021 rispetto a una media quinquennale dal 2016 al 2020? In tal caso, spiegare quali azioni ha intrapreso DoD per indagare sulla causa principale dell’aumento di queste diagnosi

Ed ancora:

Le diagnosi registrate di miocardite in DMED sono state rimosse dal database da gennaio 2021 a dicembre 2021? In tal caso, spiega perché e quando queste informazioni sono state rimosse e identifica chi le ha rimosse

E in Italia?

Quali sono gli effetti avversi del vaccino Covid-19 sui militari italiani? Non è dato sapere. Qui sappiamo solo che è stato introdotto il Super green pass e senza vaccino i militari si vedono sospesi lo stipendio e il servizio (pur non perdendo, almeno per ora, il posto di lavoro).

La poca trasparenza riguardo i militari italiani, d’altronde, non è un fatto nuovo. Non dimentichiamoci fenomeni come il nonnismo, la somministrazione di punture ignote che facevano anche star male per giorni, morti mai spiegate ai familiari durante il servizio di leva, ecc.

Qualcosa è iniziato a muoversi dagli anni ’80, con l’introduzione dell’obiezione di coscienza e col crescente numero di denunce. Fino alla definitiva rimozione dell’obbligo di leva a partire dal 2002.

Senza dimenticare la questione “uranio impoverito“, che grida ancora vendetta.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice