Vaccino Covid-19 e mestruazioni alterate: EMA indaga

Vaccino Covid-19 e mestruazioni alterate: EMA indaga

Introduzione

Tra le controindicazioni riportate da quanti si sono sottoposti al vaccino Covid-19 troviamo anche molte segnalazioni riguardo le mestruazioni alterate. Ovvero, o abbondanti o assenti.

Già personalmente ho registrato alcuni casi di donne che conosco, le quali, dopo aver ricevuto il vaccino, hanno risentito tali disturbi. Addirittura c’è chi, in menopausa, si è vista ritornare il ciclo mestruale.

L’Agenzia europea del farmaco EMA ha deciso finalmente di muoversi con un approfondimento, per le troppe segnalazioni di sanguinamento mestruale pesante (mestruazioni abbondanti) e assenza di mestruazioni (amenorrea). Condizioni osservate dopo la somministrazione di due vaccini in particolare: Comirnaty* di Pfizer/BioNTech e Spikevax* di Moderna. Ossia, i tanto decantati vaccini basati sulla tecnologia mRna, quelli prevalenti.

Ecco per ora cosa dice EMA.

Mestruazioni alterate e vaccino Covid-19

Come riporta ANDKronos, per ora EMA si è pronunciata così:

I disturbi mestruali sono molto comuni e possono verificarsi per un’ampia gamma di condizioni mediche di base, nonché per stress e stanchezza. Casi di questi disturbi sono stati segnalati anche in seguito all’infezione da Covid

I cicli pesanti, viene precisato nella nota Ema, possono essere definiti come

sanguinamenti di un volume tale che può interferire con la qualità della vita a livello fisico, sociale, emotivo e materiale della persona. L’amenorrea può essere definita come l’assenza di sanguinamento mestruale per 3 o più mesi consecutivi

In questa fase, precisa l’agenzia,

non è ancora chiaro se esista un nesso causale tra i vaccini Covid e le segnalazioni. Inoltre, non ci sono prove che suggeriscano che questi vaccini influiscano sulla fertilità. L’Ema comunicherà ulteriormente quando saranno disponibili ulteriori informazioni

Conclusioni

Difficilmente, purtroppo, EMA ammetterà la correlazione disturbi mestruali-vaccino Covid-19. Siamo però sempre al solito discorso. Se una persona poco dopo la somministrazione del vaccino, inizia a sentire un disturbo che prima non aveva, difficilmente si può escludere una correlazione tra le cose. La coincidenza, per quanto incredibile, può sicuramente esserci. Ma riguarderà pochissimi casi.

Un po’ come le tante donne che hanno cominciato a sentire bruciori lancinanti interni (ne ho parlato qui) o i tanti che sono morti, pur essendo in salute, dopo la somministrazione del vaccino.

I medici di base dovrebbero essere più coraggiosi e coscienziosi, rispettando quel Giuramento di Ippocrate su cui hanno giurato non solo per avere lo stipendio fisso.

Se avete anche voi iniziato a risentire disturbi dopo il vaccino, riportatelo pure in un commento.

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice