Crea sito

Il pasticcio di AstraZeneca sulla nostra pelle

Dopo 4 giorni di sospensione, ieri è ripresa la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Dunque, la campagna di vaccinazione prosegue, ma nel caos più totale, visto che sono tre i vaccini attualmente circolanti in Italia (oltre ad Astrazeneca, anche Pfizer e Moderna). In attesa di quello Johnson & Johnson, che pare essere il più sicuro dei 4. O, se preferite, il meno dannoso.

Oltretutto, le regioni stanno procedendo diversamente da Nord a Sud. Si prevede poi il coinvolgimento delle Farmacie, con oltre 5mila già abilitate, in attesa di altre 2800. Ci saranno poi dei medici ‘supervisori’ di riferimento.

Ma tornando ad AstraZeneca, cresce lo scetticismo e la paura dopo il pasticciato nulla osta di EMA, la massima autorità europea su questioni mediche. Anche perché la Danimarca lo ha stoppato, mentre la Francia ha previsto dei limiti.

Vediamo quali sono i dati relativi al vaccino AstraZeneca.

AstraZeneca è rischioso? I numeri

vaccino astrazeneca rischi
TRATAMIENTO ANTIENVEJECIMIENTO

Come riporta Il Tempo, secondo i numeri di decessi post vaccino fino ad oggi registrati un italiano in genere avrebbe una probabilità su 50 mila di morire dopo avere ricevuto la dose. Ma ne ha una su 500 di morire di coronavirus. Il raffronto è questo, e peggiora per gli Over 60. Per i quali, la possibilità di morire del virus sarebbe 300 volte superiore a un evento fatale per il vaccino.

E’ stato insomma fatto un mero calcolo costi-benefici, ed è stato deciso di proseguire visto che i secondi superano di gran lunga i primi. Peccato però che si tratta di vite umane e anche un numero bassissimo di eventi fatali, riguarda vite umane che non ci sono più.

Inoltre, dare delle risposte precise non è facile perché bisognerebbe avere la cartella clinica della vita dei pazienti, conoscere eventuali problemi genetici e studiare quei dati in un tempo che non poteva essere di ore come si è voluto, ma di settimane e forse mesi. Una risposta non poteva essere data e di fatto non è stata data.

L’Ema ha scelto la via più facile della prudenza, chiedendo cautela ai medici che fanno i vaccini con una lettera di istruzioni per loro e raccomandato a tutti i vaccinati di rivolgersi immediatamente al medico di fiducia se si accusano alcuni sintomi dopo l’iniezione. Inoltre, l’Ema ha annunciato modifiche a quello che potremmo chiamare il “bugiardino” di AstraZeneca, aggiornandolo con la possibilità di ulteriori eventi avversi.

Insomma, per dirla alla De Gregori “Astrazeneca è bella, anche se fa male“.

Perché Astrazeneca era stato sospeso?

astrazeneca vaccino casi morti

Come riporta LaRepubblica, i casi di trombosi cerebrale valutati dall’Ema e avvenuti subito dopo l’iniezione con AstraZeneca sono stati 18, quelli avvenuti in altri distretti del corpo 7. Sono i 25 casi anomali riportati in Europa (due provengono anche dall’India) su 20 milioni di somministrazioni che hanno spinto la maggior parte dei paesi del continente ad allarmarsi e fermare le vaccinazioni per una settimana. “Di questi 25 casi, le trombosi cerebrali, a differenza di quelle del secondo tipo, sono veramente spiazzanti” ammette Mannucci.

Di sicuro si tratta di numeri troppo piccoli per fermare una campagna vaccinale. Ma è necessario indagare, e cercare di vederci più chiaro. Ci sono cose che non capiamo

Le trombosi venose cerebrali sono già di per sé un fenomeno raro: “Un caso su un milione di persone, soprattutto associati a fattori di rischio come gravidanza o assunzione di estrogeni” spiega Mannucci.

Vederne 7 tutte insieme in Germania è indubbiamente un segnale. Ma la cosa più strana è che le persone colpite avessero una carenza di piastrine nel sangue. Questo è qualcosa di inedito. In genere le piastrine, con questo disturbo, sono normali o alte

Astrazeneca: Danimarca lo sospende, in Francia solo per gli over 55

L’Unione europea sta procedendo in ordine sparso. Alcuni paesi, hanno addirittura optato per Sputnik V (ne ho parlato qui). Germania e Gran Bretagna, invece, procedono convinte con Astrazeneca

La Francia, invece, ha deciso di iniettare il vaccino Astrazeneca solo agli over 55. La Danimarca invece deciso di sospendere la somministrazione.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Una risposta a “Il pasticcio di AstraZeneca sulla nostra pelle”

  1. Le statistiche e le probabilità sono una gran cosa, ma se finisci nella percentuale sfortunata sai quanto può fregartene dei numeri. Purtroppo ogni vaccino ha avuto le sue vittime.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.