3 delle terme più belle d’Italia

3 delle terme più belle d’Italia

Le terme sono i posti ideali per alleviare la tensione e rigenerare mente e corpo, un luogo in cui ognuno vorrebbe trascorrere qualche giorno a prendersi cura di sé. Proprio per guidare chi è interessato a un trattamento antistress, oggi, andremo alla scoperta delle terme più belle d’Italia.

Il nostro Paese è ricchissimo di luoghi termale di immenso valore, ma, per questioni di spazio, ne abbiamo qui selezionate soltanto tre, anche se la scelta è stata molto dura. Difatti, secondo il rapporto di Federterme, nel nostro Paese si contano oltre 320 centri termali e, di questi, il 90% è accreditato al Servizio Sanitario Nazionale.

Ecco perché abbiamo selezionato tre terme, una per ogni macro-area del Paese, dal nord al sud.

Hai fretta? Leggi direttamente ciò che ti interessa:

Le terme di Saturnia

Prima di scoprire cosa fare alle Terme di Saturnia occorre sapere che questo luogo, situato in provincia di Grosseto, risulta essere uno dei più popolari per il turismo termale anche all’estero. Le terme di Saturnia offrono una grande sorgente di acqua a 37,5 gradi e si trovano nel cuore del Parco, circondato da cascate e verde selvaggio. Nei dintorni sono presenti numerose strutture attrezzate, perfette per soggiornare qualche giorno e immergersi in un’esperienza assolutamente rigenerante.

La storia delle terme di Saturnia risale ai tempi degli Etruschi e dei Romani e conserva l’antica leggenda del collerico dio Saturnio che, adirato con gli uomini, scagliò un fulmine così potente da creare un cratere dal quale iniziò a sgorgare acqua bollente e sulfurea.

L’acqua sorgiva percorre le profondità del monte Amiata ed è di tipo minerale. In pratica durante il tragitto assorbe anidride carbonica che scarica sulle pietre che incontra nel passaggio. Queste creano una reazione che libera zolfo, calcio, magnesio e solfati oltre a una gran varietà di vitamine e gas che affiorano in superficie.

Le terme di Ischia

Ischia, com’è noto, è la prima grande colonia della Magna Grecia, l’era in cui le terme del posto divennero conosciute e apprezzate per le loro proprietà curative. Furono i Greci i primi a beneficiarne e poi tutte le popolazioni che si susseguirono sul territorio roccioso e marittimo.

Ad oggi le terme di Ischia costituiscono un patrimonio importantissimo per gli isolani perché attraggono migliaia di visitatori da ogni parte del mondo. Le acque termali che sgorgano ad Ischia provengono da oltre 26 sorgenti dalle quali derivano altrettante proprietà chimiche e fisiche, ideali per rigenerare mente e corpo e liberare l’organismo da una gran varietà di acciacchi. Le più note sono quelle di Ischia Porto e Casamicciola ma vale la pena visitare anche quelle di Forio e di Lacco Ameno per un tour completo indimenticabile.

Le terme di Bormio

Le terme di Bormio sorgono nei pressi dell’Alta Valtellina e contano ben tre stabilimenti. In generale si distinguono le Terme Nuove dai Bagni Vecchi: le prime si trovano a pochi chilometri dal centro storico di Bornio, mentre, le altre due, sorgono presso il Passo dello Stelvio.
Questi luoghi sono dotati di vasche grandi e bollenti con cornici naturali montuose mozzafiato. Offrono spazi per rilassarsi e per ritrovare il contatto con la natura e zone in cui beneficiare di inalazioni, balneoterapia, balneofangoterapia e fisioterapia.

Anche in queste terme si trovano saune, aree relax e vasche idromassaggio per godere appieno di un’esperienza benefica a 360 gradi.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice