Svergognata, negozio di Rita De Crescenzo: dove si trova e cosa vende

Svergognata, negozio di Rita De Crescenzo: dove si trova e cosa vende

Negozio Svergognata di Rita De Crescendo dove si trova

Dove si trova il negozio di Rita De Crescendo Svergognata? Partiamo dal principio. Operazione di marketing astuta quella di Rita De Crescenzo, popolarissimo personaggio di TikTok, diventata famosa per i suoi video trash. Fatti di strafalcioni grammaticali, messe in scena pittoresche, spezzoni di vita quotidiana tanto spontanee quanto colorite.

Al punto che la sua conoscenza dal vivo è diventata addirittura una delle prime cose che i turisti vogliono fare quando vengono a Napoli. In barba alle sterminate bellezze paesaggistiche ed culturali che offre la città. Un po’ quello che accadde con le Vele di Scampia quando Gomorra raggiunse l’interesse dei settentrionali

Orbene, Rita De Crescenzo ha deciso di tramutare uno dei suoi epiteti più ripetuti, svergognata, in un marchio. Per venderci vari prodotti, con tanto di negozio fisico. Svergognata si trova in via Benedetto Cairoli, nei pressi di via Arenaccia e a circa un quarto d’ora a piedi dalla stazione di Napoli centrale (1 chilometro). Quindi strategico anche per i turisti.

Negozio Svergognata di Rita De Crescenzo cosa vende

Cosa vende il negozio di Rita De Crescendo Svergognata? I fan e i curiosi ci troveranno vari gadget: profumi, diari, portapenne, borse, cover per cellulari, t-shirt, teli da mare, fasce per capelli, zaini. Il tutto a marchio Svergognata e magari con la sua foto. Quindi abbigliamento e accessori.

Chi è Rita De Crescenzo

Come riporta Stylo, per sua stessa ammissione Rita De Crescenzo è stata diverse volte in carcere per motivi diversi. Ed alcuni anni fa i servizi sociali le tolsero l’affidamento dell’ultimo figlio.

La trasmissione su Rete4 Fuori dal Coro gli ha dedicato un servizio molto critico, dal titolo eloquente: «Regina dell’illegalità». Ma già nel 2019 su LA7 andò in onda una sua intervista dal titolo altrettanto eloquente: «Napoli, i figli della Camorra strappati alle madri perché costretti a spacciare».

Ma è in quest’ultima trasmissione che la De Crescenzo ha raccontato la sua storia. Mentre ha fortemente criticato il modus operandi poco democratico della trasmissione di Mediaset, che l’ha attaccata a spada tratta. A suo avviso, andando anche contro gli accordi presi per fare il servizio.

Non sono mancati anche forti attacchi da parte del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

Il suo cavallo di battaglia è il brano «Ma te vulisse fa na gara e ballo?». Tante anche la richiesta di serate per compleanni e cerimonie, tanto di adulti quanto di bambini.

Conclusioni

Insomma, il negozio Svergognata di Rita De Crescenzo si candida ad essere la nuova fabbrica di stereotipi sulla città di Napoli da servire in pasto ai settentrionali. Anche se ormai il successo di questo personaggio è tale che questo store pittoresco è solo un’idea per monetizzare il tutto. Ed il successo sembra essere assicurato…

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice