Crea sito

Stanco di notizie su Matteo Salvini? Ecco come non farle più apparire

Ogni giorno, ormai, da mesi leggiamo notizie su Matteo Salvini. Più precisamente, dal 2013. Anno in cui ha sconfitto Umberto Bossi alla guida della Lega, diventandone segretario. E pure ottenendo oltre l’80 percento dei voti. Per poi essere confermato nel 2017, contro un avversario meno di peso. Se prima faceva notizia per la sua incessante campagna elettorale, che ha portato comunque i suoi frutti, visto che la Lega è passata dal 3% del 2014 (europee) al 17% delle ultime politiche, ora fa notizia perché è Ministro degli interni. E’ di boutade ne regala ogni giorno.

L’ultima venerdì scorso, quando, in un intervento in diretta Facebook ha reso noto di essere indagato per sequestro di persona. In particolare, per la questione della nave Diciotti, tenuta per giorni tra mare e porto senza la possibilità che si facesse scendere gli immigrati sulla terra ferma. Tra cui donne e bambini.

L’Italia è l’unico Paese in cui un Ministro degli interni viene indagato perché a degli immigrati – quindi non cittadini italiani o comunitari – si impedisce di sbarcare nel nostro Paese. L’ennesimo carico, facente parte di quella emorragia umanitaria che ormai va avanti dal 2011. Molto più furba la Merkel, che paga la Turchia tramite l’Unione europea (quindi anche con i nostri soldi) per fermare il flusso di immigrati (perlopiù siriani che scappano da una guerra) che giungono da lì verso il suo paese.

Da noi, peraltro, ci arrivano anche immigrati economici, che non scappano da guerre o carestie. Come Nigeria o Camerun.

Ma a parte questa parentesi, di notizie su Matteo Salvini sono stufi in tanti. E se per la Tv basta spegnerla e per i giornali basta non comprarli, cosa fare per le notizie che ci arrivano mentre siamo sul web? A trovare la soluzione ci ha pensato Mattia Zadra, ma per molti è diventato “il ragazzo che ha cancellato Salvini dall’Internet”. Che è riuscito laddove avversari politici e i detrattori cercano di eliminare il leader della Lega dalla scena pubblica, ma – almeno per ora – solo lui ci è riuscito. Almeno sul web. Ecco in che modo.

Mattia Zadra chi è

Come riporta SuperEva, Mattia Zadra ha 27 anni, un lavoro di scrittore e poeta performativo, vive nella provincia di Trento, dove organizza eventi letterari. Non è un fan di Salvini, ma molte persone che conosce sono suoi sostenitori. Il risultato? I suoi social vengono spesso invasi da post che riguardano il Ministro e che, inevitabilmente, finiscono per creare un acceso dibattito. Un po’ troppo per i gusti di Mattia, che ha deciso di adottare un sistema geniale per cancellare Salvini dall’Internet e non doverci più fare i conti.

Come non leggere più notizie su Salvini

Per farlo ha utilizzato un’estensione per Google Chrome, spoiler protection 2.0, che consente di oscurare alcuni contenuti inserendo una parola chiave.

L’idea del filtro-Salvini è nata da una chiacchierata con la mia ragazza – ci ha svelato -. Lui è uno dei politici più presenti online, ogni giorno si parla di lui un po’ ovunque. Questa onnipresenza unita ai toni che è solito usare, toni violenti, sia nella forma che nei contenuti, mi hanno portato ad averne abbastanza. La sua aggressività verbale – ha aggiunto – ne attira altra, sia da chi lo supporta che da chi lo critica, creando così un circolo vizioso di odio”.

Da qui la decisione di utilizzare un “blocco” per filtrare le notizie e non far arrivare quelle che riguardano Matteo Salvini.

L’estensione è nata per bloccare gli spoiler di film/partite e serie tv – ci ha raccontato Mattia -. In sostanza blocca ogni contenuto con all’interno la parola chiave scelta. Al suo posto compare un quadrato rosso. L’estensione comunque è facile da mettere in pausa qualora si volessero leggere le notizie dei giornali”.

In futuro potrebbe rivelarsi utile anche per contrastare le fake news che da anni ormai invadono il web.

Esistono anche delle pagine adibite proprio allo smascheramento delle fake news – ha spiegato Mattia -. Una delle più seguite si chiama proprio “Bufale”. Un controllo lì potrebbe rivelarsi utile”.

Oggi la vita online di questo giovane scrittore è molto cambiata:

È senz’altro più serena. Mi stanno arrivando tanti messaggi di ringraziamento da altre persone che come me erano stufe di questi toni sopra le righe e le reazioni e condivisioni agli articoli dedicati all’iniziativa certo non mancano”.

Certo, nella realtà sarà un po’ difficile disfarsi di Salvini così facilmente. Visto che il M5S sta perdendo voti proprio in favore della Lega, il Pd tra litigi e ricerca di nuovi leader sta puntando allo zero e Forza Italia insiste sulla mummia Berlusconi.

Luca Scialò

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.