Crea sito

Space Economy: cos’è e come investire sull’economia che mira allo Spazio

Sentiamo spesso parlare di Green Economy. Ossia l’economia che punta alle energie pulite e rinnovabili, non inquinanti. Ma c’è anche la Space Economy. Come funziona la Space Economy?

Dopo un periodo di relativa pausa tra gli anni ’70 e ’90, quando la corsa allo Spazio tra le grandi potenze (soprattutto Usa, Urss e Cina) si era un po’ frenata dopo i fasti degli anni ’50 e ’60, complice anche un disinteresse delle masse, ormai accontentatesi dell’allunaggio (vero o presunto), a partire dagli anni Duemila è tornata di grande interesse.

Un interesse che i miliardari non possono lasciarsi sfuggire. Lo alimentano e vogliono trarne profitto. Oltre ovviamente al voler passare alla storia come coloro che hanno portato per primi le persone in vacanza su Marte e non solo.

E’ nata così la Space economy. Ma vediamo meglio cos’è e come investire da piccoli risparmiatori.

Space economy cos’è

space cos'è

Cos’è la Space economy? Come dice il nome stesso, si tratta di quella economia basata sullo Spazio. Che investe su progetti che hanno come obiettivo finale proprio la conquista dello Spazio.

Non più intesa come scoperta di nuovi pianeti, galassie, stelle, ecc., come è stata fino ad oggi. Ma come possibilità di creare vere e proprie rotte turistiche da e per luoghi spaziali.

Negli ultimi anni si sta puntando morto sull’abitabilità di Marte, con la Nasa che ha inviato il rover Discovery o la Cina che ha inviato prodotti agricoli che un domani si potranno mangiare lì da turisti. Così da rendere realtà il film Total recall di Arnold Schwarzenegger. In Italia più noto come Atto di forza.

La differenza rispetto al passato, però, è che ora al fianco delle agenzie governative dei vari stati, ci sono miliardari che ci stanno mettendo soldi e faccia. Su tutti, Elon Musk con SpaceX, Richard Branson con Virgin Galactic e Jeff Bezos con Blue Origin.

Space economy: progetti più importanti

space economy

Aiutandoci con il Corriere della sera, vediamo quali sono i progetti più importanti della Space economy.

Virgin Galactic

Virgin Galactic è la società costituita dal miliardario britannico Sir Richard Branson. Il 22 maggio il sogno è diventato quasi realtà. La compagnia ha completato il suo primo volo spaziale con equipaggio dalla stazione nel New Messico.

Nel dettaglio, il VSS Unity di Virgin Galactic ha raggiunto un’altitudine di 89,2 chilometri prima di riportare a terra i due piloti. Una pietra miliare per il progetto dei turisti nello spazio.

Virgin Galactic prevede di completare altri tre voli di prova prima di aprire al pubblico il prossimo anno, il che pone la compagnia alle spalle della Blue Origin di Bezos ormai prossima al “lancio” di civili nello spazio.

Blue Origin

Blue Origin di Jeff Bezos ha lanciato una nuova capsula ad inizio anno come parte dei test per far decollare il suo programma spaziale per turisti, scienziati e astronauti professionisti. La compagnia sta pianificando il decollo del suo primo volo con equipaggio il 20 luglio. Quando ricorre l’anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11.

Blue Origin ha anche messo in vendita un posto da passeggero sul suo primo volo spaziale commerciale. Le offerte hanno superato i 2,8 milioni di dollari ma l’asta è ancora in corso. Il lancio di luglio, sarebbe il primo volo commerciale a superare la linea di Kármán, il bordo internazionalmente riconosciuto tra l’atmosfera terrestre e lo spazio esterno.

Dunque, il patron di Amazon, che via via si sta defilando dalla magnifica creatura che ha fondato nel 1995, punta ora su altri progetti. Come appunto la Space economy.

Space X

Elon Musk, di cui ho parlato qui, non può non far parte della partita. La sua Space X, oltretutto, si dimostra quella più avanti rispetto al progetto di inviare turisti nello spazio.

A inizio maggio la capsula Crew Dragon di SpaceX ha fatto ritorno sulla terra con quattro astronauti dalla Stazione Spaziale Internazionale. La missione durata 167 giorni è la più lunga mai realizzata da una compagnia americana.

Recentemente SpaceX ha anche vinto il bando della Nasa, un contratto da 2,9 miliardi di dollari, per gestire le operazioni di ritorno sulla Luna a oltre 50 anni dalle missioni Apollo. Musk vuole lanciare il suo sistema di trasporto “Starship” per consentire viaggi interplanetari verso Marte dal 2023.

Come investire sulla Space Economy

spazio

Almeno che tu non sia un miliardario come i succitati, per cui puoi permetterti di fondare un progetto tutto tuo di conquista allo spazio, puoi provare ad investire sulle società che si occupano di space economy con il trading online.

Ovvero, comprare azioni mediante i Contract for difference, su broker che abbiano regolare licenza, costi contenuti e tanti servizi in tuo favore.

Per ottenere maggiori info a riguardo ti rimando a questi articoli:

  1. Questo su Webeconomia, scritto da me, dove parlo di Space economy e trading online in generale
  2. Questo scritto sempre su questo blog, dove parlo in generale del trading online. Come funziona e come non incappare in truffe

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.