Quasi 8mila bambini con Sindrome infiammatoria multisistemica: sospetti sul vaccino

Quasi 8mila bambini con Sindrome infiammatoria multisistemica: sospetti sul vaccino

Introduzione

Sarebbero quasi 8mila i bambini affetti da MIS-C, acronimo con il quale si indica la Sindrome infiammatoria multisistemica nei bambini.

Il tutto, in concomitanza con le iniezioni di vaccino Covid-19 proprio nei bambini. Il CDC – Centers for Disease Control and Prevention – riferisce che quasi 7.880 bambini sono stati ricoverati in ospedale da questo disturbo grave e mortale e il numero in tutto il mondo sta crescendo.

L’OMS, ovviamente, esclude le responsabilità del vaccino ed attribuisce questo all’infezione da Covid-19. Eppure, tutti questi sintomi si allineano perfettamente con gli effetti collaterali elencati da Pfizer (è possibile leggerli qui)

La sindrome MIS-C colpisce prevalentemente il cuore, i polmoni, i reni, il cervello, la pelle, gli occhi o gli organi gastrointestinali. Inoltre, può avere anche gravi ripercussioni a livello neurologico, provocando gravi disturbi.

Analizziamo meglio i dati del CDC.

Sindrome infiammatoria multisistemica nei bambini: è causa del vaccino Covid-19?

Come riportato sul sito ufficiale del CDC, da metà maggio 2020, CDC ha monitorato casi clinici di sindrome infiammatoria multisistemica nei bambini (MIS-C), una condizione rara ma grave associata a COVID-19.

CDC sta lavorando per saperne di più sul motivo per cui alcuni bambini e adolescenti sviluppano MIS-C dopo aver avuto COVID-19 o contatti con qualcuno con COVID-19, mentre altri no. I dati in questa pagina sono segnalati volontariamente al CDC dal dipartimento sanitario di ciascuna giurisdizione.

CDC incoraggia tutte le giurisdizioni a segnalare le informazioni più complete e accurate che rappresentano al meglio i dati disponibili nella loro giurisdizione.

Dall’inizio della segnalazione nel 2020, 55 giurisdizioni statunitensi (tra cui 50 stati, New York City, Porto Rico, Guam, Isole Vergini americane e Washington, DC) hanno segnalato almeno un caso MIS-C al CDC. A causa del numero limitato di pazienti segnalati in alcune giurisdizioni, questo rapporto include intervalli di casi anziché conteggi esatti dei casi delle singole giurisdizioni per proteggere la privacy dei pazienti e delle loro famiglie.

Numero di casi MIS-C inclusi: 8.209. Il grafico mostra il numero medio mobile a 7 giorni di casi COVID-19 e casi MIS-C con data di insorgenza tra il 19 febbraio 2020 e il 9 aprile 2022.

vaccino covid-19 bambini Sindrome infiammatoria multisistemica

L’area in grigio sul lato destro della figura rappresenta le ultime 6 settimane di dati, per le quali la segnalazione dei casi MIS-C è ancora incompleta. Il numero effettivo di casi di MIS-C durante questo periodo è probabilmente maggiore e si prevede che questi numeri aumenteranno man mano che verranno incorporati casi clinici aggiuntivi.

La scala per l’asse Y differisce sui lati sinistro e destro della figura. L’asse Y sinistro indica il numero di casi MIS-C giornalieri medi di 7 giorni in unità di 5; l’asse Y di destra indica il numero di casi di COVID-19 medi giornalieri su 7 giorni in unità di 100.000. Per proteggere la privacy del paziente e garantire la stabilità dei dati, i dati vengono soppressi quando la media mobile su 7 giorni è <1.

Il CDC sta monitorando da vicino le caratteristiche dei pazienti con MIS-C per razza ed etnia, sesso ed età. Ad oggi, la maggior parte dei pazienti con MIS-C era di razza/etnia ispanica/latina o nera non ispanica. Anche le popolazioni ispaniche / latine e nere non ispaniche sono colpite in modo sproporzionato da COVID-19 in generale.

Sono necessari ulteriori studi su MIS-C per capire perché alcuni gruppi razziali o etnici possono essere colpiti in modo sproporzionato e per comprendere i fattori di rischio di questa malattia.

MIS-C può verificarsi settimane dopo il COVID-19 e anche se il bambino o la famiglia non sapevano che il bambino aveva il COVID-19. Il CDC e i partner statali monitoreranno ulteriori casi e adatteranno le raccomandazioni MIS-C secondo necessità.

Gli investigatori del CDC stanno valutando i casi segnalati di MIS-C e gli esiti sanitari associati per cercare di saperne di più sui fattori di rischio specifici per MIS-C, sulla progressione della malattia nei bambini e negli adolescenti e su come identificare meglio MIS-C e distinguerlo da simili malattie.

Conclusioni

Dunque, come nel caso degli Under 40, non si hanno certezze sulle reali cause di morti e patologie. Ma parlarne ed avere dubbi resta comunque molto importante. Eppure, accendendo la Tv o leggendo i giornali principali, non se ne fa alcun accenno.

Ricevi via mail le news che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice