Crea sito

SINDACI PIU’ POPOLARI, LA RIVALSA DEL SUD

Data ultima modifica: 23 Gennaio 2012

ANCHE QUEST’ANNO ILSOLE24ORE HA STILATO UNA CLASSIFICA, INERENTE ANCHE AI GOVERNATORI
Finalmente una graduatoria che sorride al Mezzogiorno. Mi riferisco alla Governance Poll sugli amministratori locali affidata come ogni anno all’Istituto Ipr Marketing dal quotidiano di Confindustria: IlSole24Ore. La classifica si basa sulla loro popolarità e viene rilevata mediante un sondaggio ai cittadini. Per quanto concerne i Sindaci, tutti del Sud i primi in classifica; mentre in quella dei Governatori vanno meglio i settentrionali.

VINCE DE MAGISTRIS – Il Sindaco più amato risulta quello di Napoli: l’ex Pm Luigi de Magistris, con un quasi plebiscitario 70%. Un risultato straordinario che supera addirittura quello ottenuto alle elezioni svoltesi la scorsa primavera, dove ottenne il 65% al ballottaggio. Senza dubbio, dopo anni di abbandono e menefreghismo da parte della Iervolino, la città viene finalmente amministrata con evidenti miglioramenti specie sul fronte dell’annosa emergenza rifiuti. Certo, sul risultato peserà anche lo sforzo del sindaco di piacere tanto alla sinistra “dei centri sociali” quanto ai cattolici moderati; come forse peserà anche il farsi vedere accanto al Presidente del Napoli De Laurentiis quando la squadra partenopea gioca in casa. In fondo, il calcio è l’oppio dei popoli. Dunque una spruzzata di sano populismo pure non guasta.
DIETRO DI LUI ALTRI SINDACI DEL SUD– A farla da padroni, tra le prime posizioni, tutti Primi cittadini di centro-sinistra e del Sud. Dietro de Magistris il neo-sindaco di Cagliari Massimo Zedda, con il 66%. Parità, invece, al terzo posto, con un trio: il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, quello di Bari Michele Emiliano e quello leghista di Verona Flavio Tosi. Il quale è dunque l’unico del Nord e di un’altra area politica.
ALTRE POSIZIONI – Ancora nel centrosinistra, caduta brusca per il rottamatore Matteo Renzi, fermatosi quest’anno a mezza classifica con il 53%. Forse prima che del suo partito, dovrebbe occuparsi della sua città. L’altro fautore della rivoluzione arancione, Giuliano Pisapia, ottiene un 51,5% e si colloca al 76esimo posto su 104. A Torino Piero Fassino consegue il 59% di gradimenti, Virgilio Merola a Bologna il 54%. Abbastanza stabile Gianni Alemanno, che regge dunque ai crolli del Colosseo e ai nuovi episodi di cronaca nera in quel di Roma.
Infine, ultimo è risultato il Sindaco di Palermo Diego Cammarata (un misero 28%), che ironia della sorte, si è dimesso proprio il giorno dell’uscita della classifica. Solo coincidenza?
LA CLASSIFICA DEI GOVERNATORI. MEGLIO IL NORD MA IL SUD SI DIFENDE BENE– Per il secondo anno consecutivo la vetta della graduatoria viene conquistata dal presidente del Veneto Luca Zaia con il 60%; al secondo posto, con il 58% si piazza il presidente della Toscana Enrico Rossi. Segue al terzo posto, al 57%, il presidente della Sicilia Raffaele Lombardo in recupero rispetto agli anni precedenti anche se ancora distante nel confronto con consenso ottenuto nel giorno delle elezioni. Al quarto posto, un duo formato dal presidente del Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo e dal presidente della Campania Stefano Caldoro, entrambi al 55%.
Immediatamente sotto, al 54% il presidente della Calabria Giuseppe Scopelliti e la presidente dell’Umbria Catiuscia Marini. Tra le altre grandi Regioni, Errani (Emilia) e Vendola (Puglia) sono al 53% mentre la Presidente del Lazio, Renata Polverini, al 52% seguita dal Presidente della Lombardia, Roberto Formigoni e da Burlando (Liguria) con il 51%. Trend positivo, invece, per il presidente del Piemonte Roberto Cota che cresce rispetto alle consultazioni del 2,7% e sale al 50%.

0 Risposte a “SINDACI PIU’ POPOLARI, LA RIVALSA DEL SUD”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.