Sanna Marin, la giovane Premier finlandese che sfida la Russia

Sanna Marin, la giovane Premier finlandese che sfida la Russia

Data ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2022

Introduzione

Giovane, coraggiosa, intraprendente, e, non me ne vogliano le femministe, pure bella. Sanna Marin a soli 36 anni è diventata Premier della Finlandia nel 2019. Roba che in Italia, malgrado lo svecchiamento portato dai Cinquestelle, resta una chimera.

Sanna Marin si sta contraddistinguendo: ha affrontato la pandemia meglio dei suoi vicini scandinavi. La Finlandia è stata eletta per il quinto anno di fila «paese più felice del mondo», di cui due amministrati da lei. Sebbene occorra poi sempre valutare fino in fondo i parametri utilizzati.

Ma potrebbe passare alla storia per qualcosa di importante: far uscire la Finlandia dalla neutralità che si è imposta dalla fine della Seconda guerra mondiale, sfidando così la vicina russa che potrebbe prenderla male.

Sanna Marin, chi è Premier Finlandia

Come riporta Il Corriere della sera, Sanna Marin è cresciuta in una famiglia arcobaleno (formata da due donne). E’ entrata in politica giovanissima e si è formata con un indirizzo universitario politico-amministrativo. Pagandosi gli studi lavorando come commessa.

Ha guidato la giunta comunale di Tampere. E’ diventata vicepresidente del partito socialdemocratico nel 2010, a 25 anni, è eletta deputato nel 2015, a 30 anni, e nel 2019 viene scelta come ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni. A dicembre dello stesso anno diventa primo ministro.

Nel 2018 è diventata mamma di una bambina avuta dal suo compagno storico Markus Räikkönen, ex calciatore: un amore nato sui banchi di scuola quando avevano 18 anni.

A pochi giorni dall’elezione come Premier esplose la Pandemia e lei assunse l’Italia come modello, chiudendo le scuole, introducendo restrizioni, stanziando fondi per la Sanità e il welfare.

Resta invece un nulla di fatto, almeno per ora, la protesta della settimana lavorativa di 4 giorni. A pesare la Pandemia, con conseguente aumento delle spese pubbliche hanno fatto passare in secondo piano l’idea.

Non è stata esentata da commenti sessisti, nutriti dalla sua scandinava bellezza. Nell’ottobre del 2020, sui social si scatenò virale un suo ritratto sulla copertina di un magazine finlandese in cui indossava un blazer nero giudicato troppo scollato. La polemica sessista ebbe l’effetto positivo di far partire una controcampagna social in difesa della premier, #ImwithSanna, con centinaia di finlandesi che postarono una loro foto vestite con una giacca come quella della premier.

Di recente, non è passato inosservato lo sguardo che si scambiò Macron, per il quale è stato coniato uno slogan: «Trova una donna che ti guardi come Sanna Marin guarda Emmanuel Macron». Forse Berlusconi si starà mangiando le mani, lui con la sua politica estera sui generis quando governava…

Finlandia nella NATO

E ora Sanna Marin vuole passare alla storia per essere la prima Premier a portare la Finlandia nella NATO. Cosa che vuole fare la sua omologa svedese, entrambi entro la prossima estate.

La Russia però non ci sta come ha lasciato trapelare Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri russo. Questo il messaggio indiretto della Zakharova:

gravi conseguenze militari e politiche che richiederebbero al nostro Paese di adottare misure reciproche (…) L’impegno del governo finnico a una politica militare di non allineamento è un fattore importante nell’assicurare sicurezza e stabilità nel Nord Europa

Certo, i casi sono diversi. Un conto è quanto sta accadendo in Ucraina, dove il passaggio alla NATO è spinto coi soliti mezzucci dall’America. E un conto sono due paesi come quelli scandinavi che lo faranno per via democratica. Certo sarebbe un peccato che i paesi scandinavi si “americanizzassero”, smetterebbero di essere tra i più felici al Mondo.

Speriamo, quanto meno, che il passaggio avvenga tramite un referendum o un passaggio parlamentare.

Cosa che non è stata fatta neanche in Italia quando ci hanno imposto Unione europea prima ed EURO poi.

Ricevi via mail le news sulla guerra in Ucraina che i Tg non riportano (controlla anche in Spam)

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. La mail per contattarmi: [email protected] Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice