Salire le scale fa bene? Non sempre, quando evitare

Salire le scale fa bene? Non sempre, quando evitare

Salire le scale viene largamente considerato un gesto salutare, per i muscoli delle gambe e per il cuore, ma ecco quando evitare.

Salire le scale viene largamente considerata una prassi salutare, poiché, tra i tanti vantaggi, rinforza i muscoli, fa bene all’apparato cardiocircolatorio e combatte la sedentarietà.

E’ un gesto che costa zero, una sorta di palestra gratis che è possibile fare tutti i giorni e più volte al giorno. Aiuta a restare in forma, a non provare affanno quando si cammina a piedi più a lungo ed è un’attività svolta anche dagli sportivi, anche in palestre.

Naturalmente, non mancano anche controindicazioni e non tutti possono farlo.

Ecco quando evitare di salire le scale a piedi.

Tutti i benefici di salire le scale a piedi

Quando si salgono le scale, si coinvolgono tutti i muscoli principali delle gambe: i quadricipiti, i muscoli posteriori della coscia, i polpacci e i glutei.

I quadricipiti sono sollecitati al fine di sostenere il peso del corpo e spingere verso l’alto, così come i polpacci. I muscoli posteriori della coscia – come il bicipite femorale – vengono attivati per mantenere l’equilibrio e supportare il movimento.

Non mancano poi benefici estetici, appannaggio per esempio del Lato B, visto che i glutei si contraggono per stabilizzare il bacino e sostenere così il movimento delle gambe.

Non mancano poi benefici per la parte superiore, ovvero addominali, obliqui e i muscoli della parte bassa della schiena (il cosiddetto core).

Infine, si ottengono benefici per il cuore, dato che si migliora la resistenza cardiovascolare. Migliora la capacità polmonare e la circolazione sanguigna, riducendo così il rischio di malattie cardiache e ictus.

In generale, dunque, salire le scale tutti i giorni e più volte al giorno comporta una maggiore resistenza fisica, aiuta a trovare un migliore equilibrio e a raggiungere una maggiore coordinazione.

Salire le scale fa male?

Non tutti però possono salire le scale. O almeno farlo come abitudine quotidiana. Ecco chi dovrebbe prima consultare uno specialista:

  • chi soffre di problemi alle articolazioni, come l’artrite;
  • chi soffre di problemi cardiaci o respiratori;
  • persone con lesioni alla schiena o alla colonna vertebrale;
  • chi soffre di vertigini o problemi di equilibrio.

In effetti, salire le scale comporta uno sforzo importante, che potrebbe peggiorare la propria situazione muscolo-scheletrica e respiratorio-circolatoria. Ovviamente dipende anche dai piani effettuati ogni giorno: un conto è abitare o lavorare al primo o secondo piano, un conto è chi abita dal terzo piano in su.

In realtà, anche chi gode di buona salute generale non dovrebbe solo a salire le scale per stare bene, in quanto questo gesto, per quanto salutare, viene vanificato se poi si fa una vita sedentaria, se si mangia male, si fuma tanto, si bevono alcolici.

Dunque, anche camminare tanto, non fumare e non bere alcolici, fare anche stretching e attività aerobica e anaerobica è importante.

Fare le scale fa perdere peso?

Come detto, salire le scale a piedi può contribuire a perdere peso e a ridurre la pancia. Tuttavia, da solo come detto non basta. Occorre abbinarci esercizi addominali specifici, come crunch e plank. Oltre a seguire un’alimentazione equilibrata e salutare, ed evitare alcol e fumo, oltre che evitare di abusare di dolci, cibo salato e grassi.

Ricevi le news su Telegram iscrivendoti al canale dal bottone seguente:

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.