Riso italiano penalizzato, altro regalo dell’Ue: il provvedimento che ci danneggia

Riso amaro non è solo un bel film del 1949 diretto da Giuseppe De Santis, con protagonista Silvana Mangano. Bensì, anche quanto sta succedendo in seno all’Unione europea. La quale, ci ha riservato un altro regalo: sta danneggiando il nostro riso. Il cereale più amato al mondo, e l’Italia ne è il primo produttore in Europa. Non a caso, i Paesi principali produttori del cereale hanno così convocato un vertice a Milano, per il prossimo gennaio.

In questo summit per discutere di riso ci saranno, ovviamente oltre all’Italia, anche Spagna, Portogallo, Grecia, Francia, Romania, Bulgaria e Ungheria. Stranamente, i paesi principali importatori sono Germania, Olanda e Belgio. Vediamo qual è il provvedimento voluto dall’Ue che sta danneggiando i primi, già in difficoltà economica, e favorendo i secondi. In una posizione economica sicuramente molto migliore.

Riso, quel provvedimento dell’Ue che ci danneggia

Riso italianoCome riporta Il Giornale, da quando l’Unione europea nel 2009 ha abolito le tariffe doganali per l’import di riso, le importazioni del cerale bianco sono salite del 4,48% automaticamente diminuendo in maniera drastica le esportazioni comunitarie. Prima che la Ue abolisse i dazi le importazioni del riso della varietà “Indica” da Cambogia e Myanmar erano circa 8 mila tonnellate, oggi la cifra è salita a 367 mila. Con il conseguente aumento degli stock, cioè dei magazzini pieni di riso non venduto.

Riso italiano penalizzato, l’occasione persa del 2015

riso-amaroNel 2015 la Ue aveva provato ad aprire una finestra di dialogo con la Cambogia, cercando di fare in modo che il governo regolamentasse da sè l’export verso l’Europa, ma la risposta era stata negativa. E allo stesso modo è fallito il secondo tentativo che risale allo scorso 13 luglio. Fin quando ci troveremo in un’Europa germanocentrica, non potremo far altro che affondare. Come non bastasse già l’olio nostrano danneggiato dalla Tunisia, e i tanti altri prodotti italiani del settore alimentare penalizzati da altre importazioni…

Una risposta a “Riso italiano penalizzato, altro regalo dell’Ue: il provvedimento che ci danneggia”

  1. Sono un assiduo viaggiatore Delle frecce rosse e sapete che vi dico che i nuovi treni etr 1000 a differenza dei treni etr 500 i posti a sedere li hanno ristretti su gli etr 1000 per guadagnare più posti e quindi più guadagni a discapito della comodità questo è il privato antepone il guadagno a tutto il resto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice