Crea sito

RIPARTE LA SERIE A, CHI SARA’ L’ANTI-JUVE?

Data ultima modifica: 24 Agosto 2013

SI TORNA A PARLARE DI SETTE SORELLE, MA ALLA FINE SARANNO IN 3 A CONTENDERSI IL TRICOLORE
I tre mesi che ci dividono dai festeggiamenti della Juventus per il suo 29mo scudetto (per i tifosi 31) sono già volati ed ecco che oggi riparte la Serie A, con i due anticipi che vedono impegnate proprio la Vecchia signora e il Milan rispettivamente in casa di Sampdoria e Verona. Il calciomercato – che comunque chiuderà il 2 settembre – ha riservato qualche colpo confortante (vedi Tevez, Higuain e Gomez) ma non è stato particolarmente interessante; con le “grandi” afflitte da problemi finanziari e soggiogate al potere dei grandi club europei manovrati dagli Sceicchi di turno. Si torna a parlare di Sette sorelle, come più di 10 anni fa. In realtà la Juventus, per mercato e pre-campionato svolto, appare di nuovo la favorita, sebbene quest’anno punterà soprattutto alla Champions, col Napoli un gradino indietro. Ma vediamole tutte di seguito.

JUVENTUS – Forte di due scudetti consecutivi vinti dopo la burrasca di Calciopoli, la squadra allenata da Antonio Conte punterà più sulla Champions; sebbene, per l’ampia rosa che dispone, non disdegnerà di ben figurare anche in Italia. Ad una squadra già rodata ha aggiunto altri tasselli importanti: il talentuoso Ogbonna in difesa e i due Top player Tevez e Llorente. I quali, in realtà, non hanno molto esaltato nel pre-campionato (specie il secondo); dando così risalto a un giocatore navigato della Serie A qual è Vucinic. Quagliarella e Matri dovrebbero invece partire.
La finale di Supercoppa italiana ne ha già esaltato le qualità, qualificandola, di diritto, come la squadra favorita.
NAPOLI – Finita l’era Mazzarri, conclusasi alla grande con un secondo posto, il Napoli riparte da Rafa Benitez, svelando, in questa scelta, la necessità di un respiro più internazionale, per affrontare la Champions non come comparsa ma da protagonista. Ceduto Cavani a suon di milioni di euro, De Laurentiis ha acquistato tre giocatori di livello internazionale: dal Real Madrid l’attaccante Higuain e il difensore Albiol, e dal Liverpool il portiere Reina, fido di Benitez. Altri giocatori arrivati in sordina ma che potrebbero esplodere sono l’attaccante Callejon sempre dal real, il portiere Rafael dal Santos e l’ala del Psv Mertens.
Tatticamente occorre valutare come Maggio e Zuniga si adatteranno a una difesa a 4, avendo giocato per anni in una a 3, e quali saranno i due centrali sempre del reparto arretrato. Probabilmente il duo Albiol-Britos, non ancora rodato, con la possibilità che la società acquisti Skrtel, altro fedele del tecnico spagnolo. Il Napoli dovrebbe essere quella a dare più fastidio ai bianconeri.
MILAN – Confermato Allegri – nonostante la scarsa simpatia che nutre per lui Berlusconi – la squadra rossonera attende la qualificazione in Champions (e quindi il cospicuo premio) per poter chiudere per il giapponese Honda e dare un minimo di senso al proprio mercato alquanto scarno. L’unico acquisto degno di nota è stato quello di Zapata in difesa a titolo definitivo, il che è tutto dire. I rossoneri sperano nell’affiatamento della giovane coppia Balotelli-El Shaarawy e in un Boateng che ritorni ai fasti di due anni fa. Occorrerà capire come la squadra riuscirà a gestire il doppio impegno, nonostante una rosa poco ampia.
FIORENTINA – Dopo l’esaltante campionato dello scorso anno, la squadra allenata da Vincenzo Montella punta allo scudetto, rinforzando una squadra dal gioco spumeggiante con una prima punta come il tedesco Gomez. Partito il talentuoso Jovetic, i gigliati confidano anche nella consacrazione di Cuadrado, nel ritorno di Giuseppe Rossi e nel neoacquisto Ilicic. Preso anche un giocatore di esperienza quale Massimo Ambrosini, i gigliati necessitavano di un acquisto di spessore in difesa.
I toscani dovranno anche affrontare – se riusciranno a superare il Grasshoper nei preliminari – il fastidiosissimo doppio impegno di Europa league. Un handicap che potrebbe portare problemi in campionato.
INTER – Ormai dimenticati i fasti del Triplete, l’Inter riparte da Walter Mazzarri e senza impegni infrasettimanali nelle Coppe. Il che è sicuramente un vantaggio per il campionato. Presi Campagnaro – fedele del tecnico livornese – in difesa, il duttile Taider del Bologna a centrocampo, il giovane Wallace dal Chelsea sulla fascia destra e in attacco le punte di prospettiva Belfodil e Icardi. Un calciomercato scialbo, nonostante la squadra necessiti di essere rifondata. Si attende l’arrivo in società dell’indonesiano Thohir, che porterà denaro fresco nelle casse nerazzurre. Spendibili però solo per il mercato di gennaio.
ROMA – I giallorossi ripartono per il terzo anno consecutivo da zero, senza impegni nelle coppe e con un allenatore straniero. Alla corte del neofita di calcio italiano Garcia, sono approdati diversi giocatori: l’esperto De Sanctis in porta; Benatia e il redivivo Maicon in difesa; Strootman dal PSV a centrocampo e l’estroso Gervinho dell’Arsenal in attacco. Potrebbe però partire il talentuoso Lamela. I romani sono un’incognita. Tutto dipenderà da come si adatterà al calcio italiano il nuovo allenatore.

LAZIO – La sonora sconfitta nella finale di Supercoppa ha denotato i vecchi difetti dei biancocelesti. Difesa che fa acqua da tutte le parti, centrocampo poco compatto e Klose troppo isolato in avanti. A parte Biglia dall’Anderlecht, non sono arrivati rinforzi degni di nota. Sarà dura per i laziali affrontare anche l’Europa league…

SONDAGGIO

Se i giovani senza dubbio ritengono che la Juventus vincerà ancora una volta lo scudetto – dando residue speranze all’Inter (1 votante su 5) – i nerazzurri sono più quotati tra gli adulti, che gli attribuiscono le stesse chance dei bianconeri (4 su 10)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.