Referendum trivellazioni: i 3 No più vergognosi

Oggi, come saprete, si voterà per il Referendum sulle Trivellazioni. Io andrò a votare e voterò Sì.  Perché è assurdo che nel 2016, in Italia come nel resto del Mondo, si estragga ancora petrolio e gas dal mare, mettendo a rischio costantemente l’ecosistema. Fortunatamente, si sta investendo molto anche sulle energie rinnovabili e il nostro Paese negli ultimi anni ha fatto passi da gigante grazie ai continui ecoincentivi. Ma evidentemente non basta. Tra gli inviti ad astenersi, che corrispondono praticamente a un No al Referendum (sebbene l’astensione sia come noto più funzionale giacché non permette ai Sì di raggiungere il Quorum), ce ne sono tre particolarmente vergognosi. Ecco di seguito quali.

Napolitano: Referendum inconsistente

giorgio napolitano referendum
Giorgio Napolitano

”Non andare a votare è un modo di esprimersi sull’inconsistenza dell’iniziativa referendaria”. Così si è espresso l’ex Presidente della Repubblica (oggi emerito) Giorgio Napolitano. E pensare che nel giugno 2011, ai referendum abrogativi su acqua pubblica, nucleare e Lodo Alfano, invitava a fare il contrario. E a chi gli domandava se lui ci fosse andato, rispondeva: “Io sono un elettore che fa sempre il suo dovere”. E’ grave che un Presidente della Repubblica (emerito e non) inviti ad astenersi. Come ha detto Maurizio Crozza: ”È come se Ratzinger invitasse a non andare a messa“.

Renzi: Referendum bufala

renzi referendum
Matteo Renzi

Il Presidente del Consiglio (non eletto) Matteo Renzi, ha definito una bufala il Referendum. E sebbene non abbia esplicitamente invitato a non recarsi alle urne, ha comunque fatto capire che sia meglio non farlo. Basta leggere queste parole: ”In realtà si chiudono impianti che funzionano, facendo perdere undicimila posti di lavoro e aumentando l’importazione di gas dai paesi arabi o dalla Russia”.

REFERENDUM TRIVELLAZIONI: LE RAGIONI DEL SI’ E DEL NO

Della Vedova: ennesimo traditore dei Radicali

della vedova referendum
Benedetto Della Vedova

Ultimo invito ad astenersi è quello di Benedetto Della Vedova, ex Radicale (ne è stato pure Presidente) che per anni ha promosso Referendum o ci ha invitato ad andare a votare per quelli che c’erano (pure per il No). Oggi che ha una poltrona comoda su cui poggiare il sedere, essendo Sottosegretario di Stato del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, invita ad astenersi. Ma i Radicali traditori non si contano più.

Andate a votare e votate SI.

L’ambiente, la vostra salute e i vostri figli vi ringrazieranno. Darete anche uno schiaffo morale a questa gentaglia.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Luca Scialò

Sociologo, blogger, web writer. Amo il Cinema, l'Inter e ovviamente scrivere. Per collaborazioni, banner, guest post, segnalazioni o richieste: luca.scialo81@gmail.com Ricevi le News su Telegram senza censure Le voci di dentro su Telegram

Una risposta a “Referendum trivellazioni: i 3 No più vergognosi”

  1. purtroppo per te , non è stato raggiunto il quorum…
    però la cosa finisce li, il popolo ha deciso e va rispettato il suo volere
    amen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Torna all'indice