Giovani rintracciati da algoritmi e obbligati a lavorare: l’idea di FdI

Giovani rintracciati da algoritmi e obbligati a lavorare: l’idea di FdI

Cresce l’attenzione intorno a Fratelli d’Italia, più i sondaggi sono benevoli e più si profila la possibilità che Giorgia Meloni diventi Premier. E così, è spuntata pure una ideona di uno dei co-fondatori del partito, Guido Crosetto. Imprenditore e spesso ospite in Tv. Al fine di ridurre la disoccupazione giovanile, e il fenomeno dei giovani “né né“, ossia quelli che non studiano né lavorano. Sicuramente una piaga per il futuro di questo paese.

Il sistema di intelligenza artificiale che rintraccia i giovani che hanno terminato un ciclo di studi obbligandoli al lavoro

Come spiega Today l’idea è inserita come punto negli “Appunti per un programma conservatore” (visionabile qui), un opuscolo presentato mesi fa durante la seconda giornata della Conferenza programmatica di FdI, a Milano.

Il passaggio in questione compare in un capitolo a cui ha contribuito il co-fondatore di Fdi Guido Crosetto. Ecco i passaggi più importanti:

Va costruito un sistema organizzato, oggi inesistente che deve rientrare in un programma di politiche attive basato su un sistema di intelligenza artificiale che a regime rintracci l’elenco dei giovani che terminano ogni anno le scuole superiori e l’università e li agganci a imprese del settore, agenzie per il lavoro e centri per l’impiego, attivando un sistema concorrenziale tra gli operatori che avranno una dote finanziaria ingente per la loro collocazione

il giovane non potrà più scegliere se lavorare o meno, ma è vincolato ad accettare l’offerta di lavoro per sé, per la sua famiglia e per il Paese, pena la perdita di ogni beneficio con l’applicazione anche di un sistema sanzionatorio

Non è un programma ufficiale, ma…

Ad oggi non c’è un programma ufficiale di Fratelli d’Italia. L’unico presente in rete risale al 2018 e prevede, tra le altre cose, la riscrittura di tutti gli accordi con l’Unione europea. Oltre al vincolo costituzionale di rifiutare accordi nocivi per il paese e la difesa dei confini nazionali.

L’IA per obbligare i giovani a lavorare, invece, è stata liquidata da Crosetto come “solo provocazioni culturali, idee lanciate per riflettere, scritte da un tecnico esterno (Crosetto non ha ruoli ufficiali in Fdi, ndr) cui è stato chiesto un contributo“. Che poi ha aggiunto “Non penso che il lavoro debba essere obbligatorio per legge” mentre l’unica sanzione di cui si parlava era “la perdita di aiuto pubblico“, ovvero di sussidi.

Bé considerando che Guido Crosetto resta comunque un ideologo del partito e che quel documento che racchiude un programma conservatore con tanto di prefazione della Meloni risalga a qualche mese fa, non è certo da prendere troppo sottogamba.

Ricevi news senza censure su Telegram

banner-TELEGRAM
/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna all'indice